Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Tre avvistamenti a Roma nella zona universitaria

Sesto giorno di mistero legato alla sparizione di Anna Fasol, 59 anni Carabinieri ancora concentrati sugli ammanchi in azienda

CITTADELLA

Sei giorni senza Anna. E domani sarà una settimana esatta. Una scadenza che generalmente porta con sé nuovo impulso alle indagini. La scomparsa di Anna Fasol, l’impiegata di 59 anni di Ca’ Onorai, resta un giallo ancora tutto da chiarire. Anche se le segnalazioni e gli avvistamenti si fanno insistenti. E sono tutti da Roma. L’ultimo martedì pomeriggio.

Come la vita normale e senza eccessi di una moglie e madre di famiglia si possa trasformare in un mistero come questo, stanno cerca ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

CITTADELLA

Sei giorni senza Anna. E domani sarà una settimana esatta. Una scadenza che generalmente porta con sé nuovo impulso alle indagini. La scomparsa di Anna Fasol, l’impiegata di 59 anni di Ca’ Onorai, resta un giallo ancora tutto da chiarire. Anche se le segnalazioni e gli avvistamenti si fanno insistenti. E sono tutti da Roma. L’ultimo martedì pomeriggio.

Come la vita normale e senza eccessi di una moglie e madre di famiglia si possa trasformare in un mistero come questo, stanno cercando di capirlo i carabinieri della Compagnia di Cittadella. Dopo sei giorni di indagini il quadro personale si sta delineando. Quello professionale pure. Dal giorno della scomparsa sono state interrogate diverse persone, tra cui il marito Enzo Simonetto e la figlia Marialaura che si trovava a Miami per un dottorato in Medicina.

L’aspetto su cui al momento gli investigatori si stanno concentrando maggiormente è quello che riguarda un presunto ammanco da centomila euro nelle casse dell’azienda in cui la donna lavorava, la Allevamenti Barcarola di Tombolo. Da impiegata si occupava infatti di tutti gli aspetti amministrativi dell’azienda di Lino De Poli. Era in possesso delle credenziali per accedere ai conti correnti. Insomma, teneva i cordoni della borsa. Lunedì alle 14.10 era stata convocata dai funzionari della banca che tiene i conti di Allevamenti Barcarola. Ma nella filiale non è mai arrivata.

Dopo aver trascorso la mattina a casa ha pranzato con il marito e verso le 13.30 è uscita. Da quel momento si sono perse le tracce. O meglio, alcune tracce ci sono. Le telecamere della stazione ferroviaria di Cittadella hanno ripreso una Mercedes Classe A (la sua) nel parcheggio. Si vede una donna che scende ma le immagini sono così sgranate che non si può dire con esattezza se sia lei o meno. Lo stesso vale per quelle riprese all’interno dello scalo ferroviario. Si vede la donna della Classe A ferma al binario 1 ma non si capisce se poi sale su qualche treno.

Certo è che sono già tre gli avvistamenti segnalati ai carabinieri e tutti da Roma. I primi due già nella giornata di lunedì, giudicati però inattendibili per via delle tempistiche. L’ultimo però risale a martedì, nella zona universitaria della Capitale, poco distante da stazione Termini. I carabinieri di Padova hanno attivato i colleghi romani che stanno compiendo tutti gli accertamenti. —

Enrico Ferro