Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

È iniziata la stagione allo zuccherificio Assunti cento stagionali

PONTELONGOÈ iniziata la campagna saccarifera. Lo storico zuccherificio, in attività da 108 anni, lavorerà a pieno regime, secondo le stime, per i prossimi 85 giorni. La Coprob, unico produttore...

PONTELONGO

È iniziata la campagna saccarifera. Lo storico zuccherificio, in attività da 108 anni, lavorerà a pieno regime, secondo le stime, per i prossimi 85 giorni. La Coprob, unico produttore nazionale di zucchero, nello stabilimento paesano e in quello di Minerbio (Bologna), ha programmato di raccogliere e trasformare complessivamente oltre 2 milioni di quintali di barbabietole coltivate su quasi 30 mila ettari sparsi, per la maggior parte, tra Veneto ed Emilia Romagna.

«La risposta dei s ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

PONTELONGO

È iniziata la campagna saccarifera. Lo storico zuccherificio, in attività da 108 anni, lavorerà a pieno regime, secondo le stime, per i prossimi 85 giorni. La Coprob, unico produttore nazionale di zucchero, nello stabilimento paesano e in quello di Minerbio (Bologna), ha programmato di raccogliere e trasformare complessivamente oltre 2 milioni di quintali di barbabietole coltivate su quasi 30 mila ettari sparsi, per la maggior parte, tra Veneto ed Emilia Romagna.

«La risposta dei soci al critico andamento del mercato e alle avverse condizioni climatiche di inizio campagna che hanno portato a seminare le barbabietole mediamente con un mese di ritardo rispetto alle previsioni» afferma Claudio Gallerani, presidente della Coprob «sono state eccezionali. La coltura, grazie all’andamento stagionale favorevole, con temperature mai eccessive unite a una discreta piovosità, si presenta in modo ottimale».

La Conferenza Stato-Regioni ha poi approvato l’aumento degli aiuti accoppiati per il settore, portati dagli attuali 16 milioni a 22 milioni di euro dal 2019. «Questo aumento» continua Gallerani «è fondamentale perché ci permetterà, anche con un prezzo dello zucchero basso come quello dell’attuale mercato, di sostenere il prezzo della bietola per i prossimi anni rendendola interessante e competitiva». «Sono state assunti» aggiunge il sindaco Fiorella Canova «circa cento stagionali, soprattutto persone giovani. Nonostante le difficoltà del settore, siamo soddisfatti di come Coprob garantisca, anche in prospettiva futura, i livelli occupazionali».

Alessandro Cesarato