Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Travolse ciclista e fuggì Pirata identificato a un mese dall’incidente

VILLA ESTENSE. Sorpassa la bici di un’adolescente, la colpisce con uno specchietto, la spinge in canale e poi scappa senza prestare soccorso. È durata poco più di un mese la “latitanza” del pirata...

VILLA ESTENSE. Sorpassa la bici di un’adolescente, la colpisce con uno specchietto, la spinge in canale e poi scappa senza prestare soccorso. È durata poco più di un mese la “latitanza” del pirata della strada che, lo scorso 25 giugno, ha mandato in ospedale una ragazza di 16 anni lungo la provinciale 41 “Morosina”. I carabinieri lo hanno rintracciato grazie allo specchietto lasciato sul posto e alle telecamere di videosorveglianza. Si tratta di C. M., operaio di 49 anni residente in provinc ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

VILLA ESTENSE. Sorpassa la bici di un’adolescente, la colpisce con uno specchietto, la spinge in canale e poi scappa senza prestare soccorso. È durata poco più di un mese la “latitanza” del pirata della strada che, lo scorso 25 giugno, ha mandato in ospedale una ragazza di 16 anni lungo la provinciale 41 “Morosina”. I carabinieri lo hanno rintracciato grazie allo specchietto lasciato sul posto e alle telecamere di videosorveglianza. Si tratta di C. M., operaio di 49 anni residente in provincia di Rovigo e con precedenti: è stato denunciato ieri dai carabinieri di Vescovana con l’accusa di lesioni e omissione di soccorso.

Lo scorso 25 giugno C.M. stava percorrendo la provinciale 41 al volante di una Mercedes, risultata poi essere intestata alla madre: erano le 19.30 e, all’altezza di via Este Lendinara in territorio comunale di Villa Estense, in un tentativo di sorpasso, il quarantanovenne ha colpito un’adolescente in bici con lo specchietto laterale destro dell’auto.

La ragazza, una sedicenne di Este, è finita per volare dentro a un canale, riportando sette giorni di prognosi per delle forti contusioni all’anca. Il rodigino ha continuato la sua corsa senza prestare soccorso alla sedicenne. Fatale è stato tuttavia lo specchietto laterale rinvenuto dai carabinieri sul posto. Risaliti al modello di macchina, e analizzate le immagini di videosorveglianza privata e del Comune di Sant’Urbano, i militari sono riusciti a identificare l’uomo che, una volta raggiunto dai carabinieri, ha ammesso la colpa. Consapevole del mancato soccorso, ha tuttavia attribuito la responsabilità dell’incidente alla ragazza in bicicletta. —

Nicola Cesaro..