Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Cosmi: «È desolante l’incuria del cimitero»

CONSELVE. «Desolazione e rabbia per lo stato di incuria in cui versa il cimitero»: con queste parole Fabio Cosmi (Crescere insieme) si fa portavoce delle critiche. «Lo stato di incuria è avvilente,...

CONSELVE. «Desolazione e rabbia per lo stato di incuria in cui versa il cimitero»: con queste parole Fabio Cosmi (Crescere insieme) si fa portavoce delle critiche. «Lo stato di incuria è avvilente, ci sono erbacce dappertutto e in alcuni settori cresce il muschio. Per non parlare delle porte dei locali all’ingresso, alcune delle quali in pessimo stato, piene di incrostazioni».

Il consigliere di minoranza ricorda che il cimitero è frequentato da centinaia di persone, provenienti anche da altri ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

CONSELVE. «Desolazione e rabbia per lo stato di incuria in cui versa il cimitero»: con queste parole Fabio Cosmi (Crescere insieme) si fa portavoce delle critiche. «Lo stato di incuria è avvilente, ci sono erbacce dappertutto e in alcuni settori cresce il muschio. Per non parlare delle porte dei locali all’ingresso, alcune delle quali in pessimo stato, piene di incrostazioni».

Il consigliere di minoranza ricorda che il cimitero è frequentato da centinaia di persone, provenienti anche da altri paesi, e che la cura e la pulizia di questo luogo dovrebbero essere una priorità per rispetto verso tutti. «Purtroppo devo constatare», aggiunge, «che in questo primo anno di mandato l’amministrazione ha fatto poco o nulla contro il degrado, trincerandosi continuamente dietro al fatto che non ci sono soldi a sufficienza per tutti gli interventi di manutenzione. Ma se vogliamo vincere il degrado dobbiamo fare in modo di trovare le risorse, rivedendo il bilancio con un minimo di razionalità».

Nicola Stievano.