Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Più treni in ore serali tra Venezia e le Terme per agevolare i turisti

Il potenziamento dei collegamenti viene considerato un obiettivo strategico per l’intero bacino euganeo





Più treni da Venezia per le Terme in orario serale nel fine settimana. È quanto ha chiesto l'Ogd (Organizzazione di gestione della destinazione) Terme e Colli a Trenitalia per venire incontro alle esigenze dei turisti che utilizzano il treno per visitare la città lagunare e hanno bisogno di un mezzo in partenza da Venezia per la stazione Terme Euganee anche dopo cena. Attualmente, da Venezia ci sono un regionale in partenza alle 21.42 e un Intercity alle 00.08. Nient’altro fino alla mattin ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter





Più treni da Venezia per le Terme in orario serale nel fine settimana. È quanto ha chiesto l'Ogd (Organizzazione di gestione della destinazione) Terme e Colli a Trenitalia per venire incontro alle esigenze dei turisti che utilizzano il treno per visitare la città lagunare e hanno bisogno di un mezzo in partenza da Venezia per la stazione Terme Euganee anche dopo cena. Attualmente, da Venezia ci sono un regionale in partenza alle 21.42 e un Intercity alle 00.08. Nient’altro fino alla mattina dopo.

«Grazie ad Assutenti mobilità del Veneto», spiega Riccardo Mortandello, sindaco di Montegrotto, «abbiamo stabilito un canale di comunicazione con Trenitalia per migliorare la mobilità».

Soprattutto in termini di intermodalità del trasporto pubblico locale (bus e treni) fra comuni dell’area turistica e capoluoghi di provincia e regione. «Stiamo anche lavorando con Busitalia», aggiunge Mortandello, «per potenziare il servizio da Torreglia alla stazione di Montegrotto: oltre ad agevolare l’utenza, contribuirebbe a ridurre le auto parcheggiate intorno al terminal ferroviario».

«La richiesta di maggiore attenzione verso il trasporto ferroviario con servizi tardo-serali e notturni nei fine settimana da e per Venezia, in concomitanza con i grandi eventi culturali (Redentore, Carnevale, Biennale) e della messa in rete delle Terme con le offerte alta velocità e lunga percorrenza volte a favorire l'utilizzo delle strutture alberghiere da parte della clientela business e congressuale, è un esempio di strategia dell’accessibilità che da sempre portiamo avanti come Assutenti mobilità», spiega Davide Grisafi del direttivo.

Nell’ambito delle discussioni in cabina di regia della Destinazione Terme e Colli, sempre su Venezia, è stata avanzata anche l’idea di proporre alla Biennale una collaborazione che veda alcuni padiglioni distaccati nel territorio euganeo, sul modello di quella land art che ha fatto, con Artesella, la fortuna di un territorio meno dotato dal punto di vista paesaggistico e culturale, Borgo Valsugana, prima di quella felice intuizione. —