Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Non può andare in pensione perchè non è «disoccupato»

Romolo Agostini ha perso il lavoro 5 anni fa e non ha trovato un nuovo impiego Ora l’Inps gli rifiuta l’Ape sociale perché la Regione lo ha depennato dalle liste

CITTADELLA. Perde il lavoro cinque anni fa, a 58 anni. E non riesce più a far tornare il suo "capitale umano" nel mercato del lavoro. A novembre potrebbe scattargli l'Ape sociale, ovvero l'anticipo pensionistico, ma si è ritrovato a sbattere contro un ulteriore niet: «Tutta colpa della Regione che mi ha cancellato dalle liste dei disoccupati, è così che si risolve il problema? Tirando una riga?».

La protesta arriva da Romolo Agostini: l’uomo oggi ha 63 anni e vive a Limena. Dopo una vita di l ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

CITTADELLA. Perde il lavoro cinque anni fa, a 58 anni. E non riesce più a far tornare il suo "capitale umano" nel mercato del lavoro. A novembre potrebbe scattargli l'Ape sociale, ovvero l'anticipo pensionistico, ma si è ritrovato a sbattere contro un ulteriore niet: «Tutta colpa della Regione che mi ha cancellato dalle liste dei disoccupati, è così che si risolve il problema? Tirando una riga?».

La protesta arriva da Romolo Agostini: l’uomo oggi ha 63 anni e vive a Limena. Dopo una vita di lavoro, la crisi gli ha impedito di chiudere la sua carriera. Ma lo scorso anno, con le opportunità aperte dalle legge di bilancio 2017, si era convinto di riuscire a metterci una pezza. Niente da fare. È lui stesso a raccontare quanto è accaduto negli ultimi anni: «Nel 2013, a causa della crisi, ho perso il lavoro», spiega Agostini che, nonostante il contraccolpo, non si è dato per vinto, ma si è subito rimboccato le maniche per cercare di trovare una nuova occupazione. La ricerca, purtroppo, non ha dato i frutti sperati: «Ovviamente, alla mia età, non ho trovato niente per completare la carriera ed andare in pensione», osserva l’uomo, che aggiunge: «Visto che maturerò a novembre di quest’anno i requisiti per l'anticipo pensionistico sociale, ho presentato domanda all'Inps. Qualche giorno fa ho avuto la risposta negativa dall'ente in quanto, al momento della domanda, secondo loro mancavo dello stato di disoccupato». Agostini non poteva credere alle sue orecchie e ha voluto approfondire la questione: «Mi sono recato al centro per l'impiego di Cittadella e ho scoperto che, oltre a non essere il solo a cui è stata negata la pensione, la Regione lo scorso anno ha deciso di cancellare dalle liste tutti i disoccupati che negli ultimi tre anni non si sono rivolti ai centri per l'impiego per trovare lavoro o non si sono iscritti ai siti web della Regione».

«Certo che risolvere il problema della disoccupazione cancellando i disoccupati è una grande soluzione», l’amara chiosa di Agostini. Sulla vicenda interviene l’assessora al Lavoro della Regione Elena Donazzan: «Per meglio garantire i lavoratori coinvolti dalla cancellazione dall’elenco dei disoccupati, con la delibera di giunta 1627/2018 si è provveduto ad estendere gli interventi di tutela disponendo che, chi abbia l’età per l’Ape Sociale, possa chiedere al Centro per l’impiego il ripristino dello stato di disoccupazione». Da Venezia si chiarisce che «sono stati molti i casi riscontrati dai CPI e risolti con un intervento di Veneto Lavoro tramite il proprio Contact Center». Come si spiega quanto capitato ad Agostini? «Una possibile carenza di informazioni da parte dell’operatore del CPI di Cittadella. La posizione sarà sanata attraverso un contatto con Veneto Lavoro», conclude Donazzan. —

Silvia Bergamin.