Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Boom di truffe, anziani allertati dai carabinieri con l’aiuto dei parroci

CAMPOSAMPIERO. Dopo i 4 casi di truffe perpetrate e tentate nel Camposampierese, si moltiplicano gli avvisi di prestare attenzione a personaggi senza scrupoli che, con scuse varie, si intrufolano...

CAMPOSAMPIERO. Dopo i 4 casi di truffe perpetrate e tentate nel Camposampierese, si moltiplicano gli avvisi di prestare attenzione a personaggi senza scrupoli che, con scuse varie, si intrufolano nelle abitazioni di anziani. Domenica a Camposampiero, durante le messe, i parroci don Claudio Bosa e don Bruno Bevilacqua e i padri francescani dei santuari antoniani hanno letto un avviso su richiesta dei carabinieri.

«Negli ultimi giorni si verificano parecchie truffe a danno di persone anziane ch ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

CAMPOSAMPIERO. Dopo i 4 casi di truffe perpetrate e tentate nel Camposampierese, si moltiplicano gli avvisi di prestare attenzione a personaggi senza scrupoli che, con scuse varie, si intrufolano nelle abitazioni di anziani. Domenica a Camposampiero, durante le messe, i parroci don Claudio Bosa e don Bruno Bevilacqua e i padri francescani dei santuari antoniani hanno letto un avviso su richiesta dei carabinieri.

«Negli ultimi giorni si verificano parecchie truffe a danno di persone anziane che vivono da sole. Oltre a rubare soldi e gioielli, ci sono stati anche episodi di violenza fisica. I carabinieri sollecitano tutti alla massima collaborazione e attenzione per non far entrare in casa sconosciuti e magari, prima di farlo, si raccomandano di avvisare le forze dell'ordine o un familiare».

In estate aumentano i tentativi di raggiro da parte di individui che si presentano sotto falsa identità o con una scusa per poter accedere alle proprietà private. L'allerta si è alzata e serve la collaborazione da parte di tutti nel segnalare qualsiasi situazione o presenza sospetta. Vicini di casa o di quartiere possono così anticipare i malintenzionati con un sano passaparola.

A San Giorgio delle Pertiche, il vicesindaco e assessore alla Sicurezza Davide Scapin ieri ha diramato un invito ai concittadini chiedendo di non aprire la porta a sconosciuti. Il caso più eclatante è accaduto ai danni di una 81enne alla quale i malfattori hanno fatto credere che l’inquinamento anneriva i gioielli. Hanno poi allontanato l’anziana con una scusa rubandole l’oro e il denaro. Altri episodi analoghi sono accaduti a Trebaseleghe. In tutti e tre i casi è cominciata come truffa rivelandosi poi furto. Ad agire sono state persone diverse, non è escluso che appartengano a una stessa banda. Emblematico l’ultimo caso, accaduto a Santa Giustina in Colle. Dove una voce femminile dall’accento straniero ha telefonato a un’anziana dicendole di non bere l’acqua del rubinetto perché batteriologicamente impura a causa di un inquinamento. E di avvisare anche i vicini. La telefonata poteva servire ad anticipare l’arrivo di un sedicente tecnico, che avrebbe “verificato” la salubrità dell’acqua. Ma non si è poi fatto vivo nessuno. La donna ha denunciato il fatto allo sportello Etra di Camposampiero. —