Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

«Sì alla pluriclasse» C’è ancora speranza per la 1ª di S.Ambrogio

TREBASELEGHE. Dopo le proteste dei genitori di S. Ambrogio, obbligati a iscrivere i loro figli in altri plessi per l’impossibilità di far partire a settembre la classe prima per i pochi bambini...

TREBASELEGHE. Dopo le proteste dei genitori di S. Ambrogio, obbligati a iscrivere i loro figli in altri plessi per l’impossibilità di far partire a settembre la classe prima per i pochi bambini iscritti, la preside, in accordo con il sindaco Lorenzo Zanon, venerdì scorso ha convocato una riunione. E ha riservato un’importante novità. La presidente del Consiglio d’Istituto, Chiara Matteazzi, ha presentato una richiesta di attivazione di una pluriclasse che di fatto riapre l’ipotesi che i sett ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

TREBASELEGHE. Dopo le proteste dei genitori di S. Ambrogio, obbligati a iscrivere i loro figli in altri plessi per l’impossibilità di far partire a settembre la classe prima per i pochi bambini iscritti, la preside, in accordo con il sindaco Lorenzo Zanon, venerdì scorso ha convocato una riunione. E ha riservato un’importante novità. La presidente del Consiglio d’Istituto, Chiara Matteazzi, ha presentato una richiesta di attivazione di una pluriclasse che di fatto riapre l’ipotesi che i sette bambini di S. Ambrogio possano essere inseriti nella classe seconda. C’è stata dunque una riflessione collettiva nella frazione che ha indotto la presidente a mettere nero su bianco la proposta, vincolata ad alcune richieste. Su mandato dei genitori, Matteazzi ha dunque comunicato per iscritto la disponibilità degli stessi genitori delle future classi prima e seconda, all’attivazione della pluriclasse «ravvisando la volontà dell’Istituto di andare incontro alle loro esigenze, approfondite le esperienze che si stanno già svolgendo in altre scuole, consci che si tratta di un grande sacrificio da parte di tutte le persone coinvolte». I genitori subordinano però la scelta ad alcuni impegni che l’Istituto si deve assumere. E cioè che vengano chieste e concesse dall’Ufficio scolastico territoriale di Padova 20 ore aggiuntive da dedicare alla pluriclasse. Inoltre, «chiedono al Consiglio d’Istituto di deliberare che una quota pari a 7/8 ore del monte ore totale venga riservata alla pluriclasse ed eventualmente che vengano recuperate anche le 2 ore di religione che spetterebbero di diritto alla nuova classe prima». Tutto ciò in «considerazione del ruolo centrale che la scuola riveste all’interno della comunità di S. Ambrogio e a fronte delle effettive difficoltà organizzative e logistiche che le famiglie si troverebbero ad affrontare in piena solitudine». Il documento riconosce infine «il grande senso civico che stanno dimostrando i genitori della futura seconda». Ragion per cui anche la presidente Matteazzi ritiene doveroso attivare tutte le forze per dare il giusto corso a quest’ultima opportunità.

«È stato un confronto positivo» dichiara Zanon, che si sta spendendo per trovare una soluzione condivisa. Tutti i tentativi fin qui fatti non hanno ottenuto i risultati sperati. La palla passa ora ai genitori di S. Ambrogio, ai quali è stato dato un tempo massimo di alcuni giorni. —

Giusy Andreoli.