Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Si attende la Procura per fissare il funerale dell’anziana investita

TRIBANO. Deve ancora arrivare dall’autorità giudiziara l’assenso alla sepoltura di Luigia Comunian, l’anziana di 80 anni residente a Tribano rimasta vittima di un incidente avvenuto l’altro ieri a...

TRIBANO. Deve ancora arrivare dall’autorità giudiziara l’assenso alla sepoltura di Luigia Comunian, l’anziana di 80 anni residente a Tribano rimasta vittima di un incidente avvenuto l’altro ieri a Pozzonovo. La donna è stata investita e schiacciata dal rimorchio di un camion davanti al Consorzio Agrario del Nordest di via Roma. Il mezzo, nel fare retromarcia, non si è accorto della donna, che attendeva il marito intento a posteggiare l’auto.

«Oggi ho incontrato la famiglia di Luigia», ha con ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

TRIBANO. Deve ancora arrivare dall’autorità giudiziara l’assenso alla sepoltura di Luigia Comunian, l’anziana di 80 anni residente a Tribano rimasta vittima di un incidente avvenuto l’altro ieri a Pozzonovo. La donna è stata investita e schiacciata dal rimorchio di un camion davanti al Consorzio Agrario del Nordest di via Roma. Il mezzo, nel fare retromarcia, non si è accorto della donna, che attendeva il marito intento a posteggiare l’auto.

«Oggi ho incontrato la famiglia di Luigia», ha confermato ieri don Andrea Tieto, parroco a Tribano, «ma per la data del funerale occorrerà attendere visto che dalla Procura non è ancora arrivato il via libera». Luigia Comunian viveva in via Bolzonari, assieme al marito Angelo Tresin. Lascia nel dolore anche un figlio, Antonio, oggi residente a Cavarzere. In pensione da due decenni, aveva lavorato come operaia in un’azienda di Monselice ma anche come bracciante agricola. Attiva in parrocchia, negli ultimi anni si dedicava al marito, malato di cuore. La coppia era da poco ritornata da un soggiorno climatico dell’Auser sulla riviera romagnola. Luigia e Angelo sono molto stimati in paese: l’uomo, tra le varie cose, ha anche prestato servizio per anni come “nonno vigile”. —

N. C. .