Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Sullo “stipendio” al timoniere Asi i sindaci litigano Salta la votazione

Il presidente della Federazione Fabio Bui aveva chiesto l’unanimità. L’argomento verrà riproposto nella prossima seduta di giovedì 5 luglio

CAMPOSAMPIERO. I sindaci della Federazione del Camposampierese si spaccano sul compenso all’amministratore unico di ASI. Nel corso dell’ultima riunione di Giunta, la delibera che prevedeva un compenso di 720 euro lordi al mese, dal primo luglio, per l’amministratore unico di Asi, Enzo Targhetta, non è stata approvata. A fine 2016, l’amministratore aveva accettato l’incarico della durata di 3 anni, a titolo gratuito, come già il suo predecessore Stefano Svegliado, all’epoca presidente di Etra ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

CAMPOSAMPIERO. I sindaci della Federazione del Camposampierese si spaccano sul compenso all’amministratore unico di ASI. Nel corso dell’ultima riunione di Giunta, la delibera che prevedeva un compenso di 720 euro lordi al mese, dal primo luglio, per l’amministratore unico di Asi, Enzo Targhetta, non è stata approvata. A fine 2016, l’amministratore aveva accettato l’incarico della durata di 3 anni, a titolo gratuito, come già il suo predecessore Stefano Svegliado, all’epoca presidente di Etra. Dopo aver rimesso in carreggiata la società di servizi, riportando in attivo il bilancio (in rosso nel 2015 per 185.000 euro), Enzo Targhetta, che è stato affiancato in questo periodo da un consulente in risanamenti aziendali, ad inizio 2018 aveva chiesto ai sindaci di essere ricompensato diversamente, rispetto ai 6. 000 euro annui di rimborso pattuiti; in caso contrario, avrebbe rivalutato la sua posizione. In giunta però, la proposta di delibera con un compenso di 720 euro lordi mensili, da luglio fino a fine mandato, non è passata perché non tutti i sindaci sono stati d’accordo. Niente unanimità e quindi, per ora, niente compenso per Enzo Targhetta. «È vero che ne abbiamo discusso in giunta nei giorni scorsi; l’argomento verrà riproposto nella riunione di giovedì» conferma il presidente di turno, Fabio Bui. Sulla sua richiesta di unanimità per approvare la delibera, Bui risponde: «Mi sembra normale che in una Federazione di sindaci come la nostra, si cerchi il pieno consenso». Sul fatto, duro il commento del consigliere di minoranza Domenico Zanon: «La Federazione sta implodendo; è impensabile pagare adesso l’amministratore unico, mentre stiamo già pagando il suo amministratore di sostegno». Sarebbero stati i sindaci di Villa del Conte e Borgoricco, insieme a quelli di Campodarsego e Villanova, a bloccare la delibera. —

Francesco Zuanon .