Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Non evitarono il suicidio del paziente, tre medici verso il giudizio

Padova, sono accusati di cooperazione in omicidio colposo. L'episodio avvenuto cinque anni fa 

MERLARA. Tre medici accusati di cooperazione in omicidio colposo per il suicidio di un paziente con problemi psichiatrici.

Il pm di Rovigo Maria Giulia Rizzo ha chiuso le indagini a carico dei tre profesisonisti e si appresta a chiedere per loro il rinvio a giudizio.

Il suicidio risale al 2013. Gravati dalle accuse sono una psichiatra all'epoca in servizio al Centro di Salute mentale di Montagnana, il medico curante del suicida e lo psicologo-psicoterapeuta che seguiva il deceduto.

A vario tito ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

MERLARA. Tre medici accusati di cooperazione in omicidio colposo per il suicidio di un paziente con problemi psichiatrici.

Il pm di Rovigo Maria Giulia Rizzo ha chiuso le indagini a carico dei tre profesisonisti e si appresta a chiedere per loro il rinvio a giudizio.

Il suicidio risale al 2013. Gravati dalle accuse sono una psichiatra all'epoca in servizio al Centro di Salute mentale di Montagnana, il medico curante del suicida e lo psicologo-psicoterapeuta che seguiva il deceduto.

A vario titolo, sono accusati di non aver verificato lo stato del paziente, inquadrandone la patologia pschiatrica e rilevando il rischio elevato di suicidio, omettendo di attivare la rete di protezione prevista dai protocolli per casi simili.