Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Tremila alunni coinvolti nel progetto di Orto a scuola

L’orto urbano è infestante. Se piace così tanto - come dimostrano le richieste di appezzamenti - è anche perché i bambini ne vanno matti. Merito del progetto di educazione ambientale “Orto a scuola”...

L’orto urbano è infestante. Se piace così tanto - come dimostrano le richieste di appezzamenti - è anche perché i bambini ne vanno matti. Merito del progetto di educazione ambientale “Orto a scuola” che il Comune, con il settore Ambiente, coordina, finanzia e propone alle scuole, avvalendosi di agronomi per formare gli insegnanti e gli studenti. Nell’ultimo anno scolastico - il quarto in cui viene promosso il progetto - trenta scuole di Padova (dieci dell’infanzia, 19 primarie, una media) ha ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

L’orto urbano è infestante. Se piace così tanto - come dimostrano le richieste di appezzamenti - è anche perché i bambini ne vanno matti. Merito del progetto di educazione ambientale “Orto a scuola” che il Comune, con il settore Ambiente, coordina, finanzia e propone alle scuole, avvalendosi di agronomi per formare gli insegnanti e gli studenti. Nell’ultimo anno scolastico - il quarto in cui viene promosso il progetto - trenta scuole di Padova (dieci dell’infanzia, 19 primarie, una media) hanno avuto il loro orto. Così 135 classi e tremila studenti dai tre agli undici anni hanno messo le mani nella terra, piantando, innaffiando, coltivando, vedendo i frutti crescere. Il Comune ha fornito ai bambini 138 semenzai, comprensivi di semi, per far nascere le piantine da trapiantare, e ha installato nei giardini degli istituti 405 ceste per la coltivazione. La formazione si è sviluppata in 67 ore complessive per la fase dei semenzai e in altre 121 per la messa a dimora delle piante. Sono numeri importanti. Che diventano addirittura notevoli se si considera che dal 2014 a oggi sono 6.700 i piccoli studenti che il progetto di “Orto a scuola” ha avvicinato alle piccole coltivazioni.

Parallelamente, altri progetti di educazione ambientale sono stati proposti alle scuole. Tra questi merita una segnalazione “Effetto farfalla”, destinato ai bambini delle scuole dell’infanzia, elementari e medie. Un progetto che promuove il concetto di biodiversità e che si è articolato in due fasi: una teorica con il riconoscimento delle barriere ecologiche e naturali intorno a ogni scuola; e una fase pratica con la creazione, nel giardino scolastico, di un’aiuola fiorita che funga da corridoio ecologico per le farfalle e che viene inserita nella mappa nazionale all’interno del progetto effettofarfalla.net. Il progetto si è concluso con una visita alla Masseria di polverara e con un laboratorio sulle api.(cric)