Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Battaglia sul nuovo distributore

Contestata dall’ex sindaco la dislocazione a Tremignon

PIAZZOLA SUL BRENTA. Nuovo distributore a Tremignon, anche con colonnine per la ricarica delle auto elettriche. Ma è già polemica perché sorgerà lungo la provinciale 94 Contarina, nelle vicinanze di villa Marina-Meneghini, dimora della famiglia Meneghini in cui soggiornò negli anni ‘50 anche Maria Callas, al tempo moglie di Giovan Battista Meneghini, proprietario della fornace di Piazzola e di consistenti fondi agricoli. Il tema sarà discusso nel consiglio comunale di stasera e proprio in vi ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

PIAZZOLA SUL BRENTA. Nuovo distributore a Tremignon, anche con colonnine per la ricarica delle auto elettriche. Ma è già polemica perché sorgerà lungo la provinciale 94 Contarina, nelle vicinanze di villa Marina-Meneghini, dimora della famiglia Meneghini in cui soggiornò negli anni ‘50 anche Maria Callas, al tempo moglie di Giovan Battista Meneghini, proprietario della fornace di Piazzola e di consistenti fondi agricoli. Il tema sarà discusso nel consiglio comunale di stasera e proprio in vista dell’assenso consiliare arriva l’appello dell’ex sindaco Renato Marcon: «Consentire la realizzazione di un distributore di benzina in pieno paesaggio agricolo, di fronte alla storica villa Marina, rappresenterebbe una rottura con l’ultrasecolare storia del rispetto del paesaggio dai tempi di Paolo Camerini ai giorni nostri. Giungendo da Padova, dopo chilometri di campagna aperta il distributore rappresenterebbe il nuovo biglietto da visita per Tremignon. Dall’impianto di Camerini ai giorni nostri, ogni amministrazione ha fatto il possibile per rispettare l’impostazione originaria, conservando ed evitando nuove costruzioni nelle immediate vicinanze di dimore storiche. Proprio per consentire la percezione del paesaggio così come è stato ereditato dalla lungimirante visione e impostazione urbanistica di Paolo Camerini. Il paesaggio e di tutti. Chi ricopre cariche pubbliche, di fronte alla storia ha il dovere di salvaguardarlo». Immediata la replica del sindaco Enrico Zin: «Mi pare che tutta questa preoccupazione non ci sia stata in passato quando è stato autorizzato il distributore di benzina vicino a villa Trieste a Vaccarino, una dimora storica tutelata e di gran pregio, biglietto da visita per chi viene da Padova lungo la statale Valsugana. La stazione di servizio, di cui si discute stasera, è ben armonizzata con il paesaggio. La villa è lontana e il vincolo nel Piano degli interventi è stato tolto un anno fa, quindi è tutto trasparente e conosciuto. Il nuovo distributore è un servizio per gli abitanti di Tremignon e permette di incassare oneri preziosi per il risanamento del bilancio comunale e per il mantenimento dei servizi. Camerini è passato remoto», conclude Zin. «Guardiamo al futuro, con rispetto per il passato, ma non siamo più servi di Camerini». (p.pil.)