Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Perseguita per anni l’ex compagno

Centinaia di sms al giorno, condannata a sei mesi per stalking

MERLARA. È stata condannata per stalking a 6 mesi di carcere con la sospensione condizionale della pena subordinata al pagamento di una provvisionale (cioè un anticipo sul risarcimento) di 4.500 euro.

L’imputata è Loretta Carpi, 45enne di Merlara che, forse, non riusciva a rassegnarsi all’abbandono dell’ex compagno, un rodigino 53enne deciso a chiudere quella storia dopo 10 anni.

Una storia d’amore durata a lungo e poi finita: i sentimenti nascono e si consumano. Così da quell’amore finito era ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

MERLARA. È stata condannata per stalking a 6 mesi di carcere con la sospensione condizionale della pena subordinata al pagamento di una provvisionale (cioè un anticipo sul risarcimento) di 4.500 euro.

L’imputata è Loretta Carpi, 45enne di Merlara che, forse, non riusciva a rassegnarsi all’abbandono dell’ex compagno, un rodigino 53enne deciso a chiudere quella storia dopo 10 anni.

Una storia d’amore durata a lungo e poi finita: i sentimenti nascono e si consumano. Così da quell’amore finito era scaturita una nuova relazione per l’uomo. Quella diversa situazione sentimentale era impossibile da accettare per la Carpi che, dal dicembre 2016, non intendeva rassegnarsi alla perdita del compagno.

Un giorno era arrivata a inviargli ben 282 sms nel tentativo di mantenere un filo di contatto con l’amore che non avrebbe voluto perdere. Messaggi anche dal carattere intimidatorio quasi a giocarsi il “tutto e per tutto” pur di riconquistare l’ex con una serie di comportamenti che, di fatto, lo hanno allontanato: «Ti faccio fare la fine del topo...».

Continue le chiamate al telefono. L’obiettivo? Riallacciare il legame. Così di fronte al rifiuto di lui, volavano insulti e minacce.

A sorpresa la donna si è presentata nel luogo di lavoro del 53enne ma anche in posti che lui frequentava nel tempo libero come alcuni locali frequentati da entrambi. Era arrivata a inviare un sms al titolare di uno di questi locali per screditare l’ex.

Il 3 febbraio 2017 non aveva esitato ad aggredire a schiaffi (tirandole pure i capelli) una sua collega (nuova fidanzata di lui) che, in auto, stava aspettando l’uomo costretto a vivere in un perdurante stato di ansia. Un giorno gli aveva pure strisciato l’auto e staccato i tergicristalli mentre l’automobile si trovava in carrozzeria. Una vera persecuzione.

©RIPRODUZIONE RISERVATA.