Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Nasce Pd Sud - Pratiarcati un pool di 5 mila imprese

Coordinerà 8 associazioni di categoria che rappresentano le aziende di 4 comuni Il presidente Lunardi: «Precedenza assoluta alla viabilità e alla digitalizzazione»

ALBIGNASEGO. Nasce il coordinamento delle categorie economiche Padova Sud Pratiarcati, che raggruppa le attività produttive di Albignasego, Casalserugo, Due Carrare e Maserà su iniziativa di Confartigianato, Ascom, Cia, Cna, Confesercenti, Coldiretti, Confagricoltura e Confindustria.

Un territorio vasto ottanta chilometri quadrati, dove sono insediate complessivamente cinquemila imprese, di cui 2.200 artigiane, 1.336 che si occupano di commercio e servizi, 500 agricole, 261 industrie, 700 i ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

ALBIGNASEGO. Nasce il coordinamento delle categorie economiche Padova Sud Pratiarcati, che raggruppa le attività produttive di Albignasego, Casalserugo, Due Carrare e Maserà su iniziativa di Confartigianato, Ascom, Cia, Cna, Confesercenti, Coldiretti, Confagricoltura e Confindustria.

Un territorio vasto ottanta chilometri quadrati, dove sono insediate complessivamente cinquemila imprese, di cui 2.200 artigiane, 1.336 che si occupano di commercio e servizi, 500 agricole, 261 industrie, 700 imprese assicurative e creditizie.

«Si tratta di un’area a grande intensità produttiva, che merita una piena sintonia tra le associazioni di rappresentanza presenti sul territorio» illustra Davide Lunardi, presidente del mandamento Confartigianato di Albignasego e portavoce di turno del nuovo coordinamento, il cui accordo è stato siglato ieri nella sede di Albignasego.

«Per questo», continua il presidente Lunardi, «le associazioni di categoria hanno deciso di fondare il coordinamento delle categorie economiche Padova Sud Pratiarcati, organismo che sarà chiamato a pianificare politiche comuni su temi trasversali che riguardano tutti, come la sicurezza, la collaborazione con le scuole per i progetti di alternanza scuola-lavoro, le politiche di rigenerazione urbana che sappiano ridisegnare i luoghi in cui viviamo e lavoriamo, con un occhio attento al rispetto dell’ambiente e al risparmio energetico. Ridisegnare i luoghi vuol dire anche pensare ad una viabilità efficiente, che garantisca uno spostamento delle merci e delle persone adeguato ai nostri tempi».

C’è inoltre il non marginale aspetto legato alla fiscalità delle imprese, le quali chiedono alle amministrazioni pubbliche di impegnarsi a non aumentare la pressione fiscale, per liberare risorse necessarie alla crescita delle aziende e quindi dell’intero territorio.

«È necessario infine avviare un percorso serio di digitalizzazione delle nostre imprese» conclude Lunardi, «che ha bisogno di opere infrastrutturali come la banda larga e ultralarga. Non possiamo pensare di essere un’area competitiva senza un processo di crescita costante di cui devono essere protagoniste le nostre aziende, ma anche le amministrazioni locali, con le quali intendiamo collaborare in stretta sinergia».

Al tavolo di coordinamento delle categorie economiche parteciperanno i presidenti di mandamento di ciascuna categoria coadiuvati dai rispettivi funzionari. Con il criterio di equa rotazione, verrà nominato un coordinatore che rappresenterà il tavolo per due anni.

Cristina Salvato

©RIPRODUZIONE RISERVATA .