Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Rinasce l’antica via d’acqua tra i centri ai piedi dei Colli

Sette i Comuni attraversati dall’itinerario lungo Bacchiglione, Bisatto e Battaglia Investimento di 525 mila euro, convocata per il 4 luglio la conferenza dei servizi

SELVAZZANO. Far rinascere a fini turistici e di promozione del territorio l’antica via navigabile del fiume Bacchiglione nel tratto da Cervarese Santa Croce a Monselice, passando per Saccolongo, Selvazzano, Abano, Padova, Montegrotto e Battaglia Terme.

È l’itinerario studiato dalla Provincia di Padova che prevede la realizzazione di pontili e attracchi su un percorso molto accattivante dal punto di vista storico e naturalistico che vedrà interessati oltre al Bacchiglione anche il Canale di ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

SELVAZZANO. Far rinascere a fini turistici e di promozione del territorio l’antica via navigabile del fiume Bacchiglione nel tratto da Cervarese Santa Croce a Monselice, passando per Saccolongo, Selvazzano, Abano, Padova, Montegrotto e Battaglia Terme.

È l’itinerario studiato dalla Provincia di Padova che prevede la realizzazione di pontili e attracchi su un percorso molto accattivante dal punto di vista storico e naturalistico che vedrà interessati oltre al Bacchiglione anche il Canale di Battaglia e il Bisatto e che intersecherà con le principali piste ciclopedonali della rete provinciale e veneta.

L’opera che è già in avanzata fase di progettazione, prevede un investimento di 525.000 euro incluso un contributo di 420. 000 della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo. Il presidente della Provincia, Enoch Soranzo, intende far presto e ha convocato un incontro con i sindaci dei comuni interessati dall’itinerario. «Si tratta di una riunione preparatoria alla conferenza dei servizi già fissata per mercoledì 4 luglio», spiega Soranzo, «Poi ci sarà l’approvazione del progetto esecutivo e l’avvio delle procedure di gara d’appalto. L’obiettivo è di partire con i lavori entro il 2018 e assicurare la navigabilità in tutta sicurezza dei tre corsi d’acqua già dalla primavera prossima».

Il progetto prevede la realizzazione di sette nuovi punti d’attracco. Il primo in comune di Selvazzano, nelle vicinanze del Ponte della Libertà. In territorio di Padova gli approdi saranno tre: sul Lungargine Buschetto, in via Isonzo e in via Ponte della Cagna di fronte a villa Molin sul Canale di Battaglia. Gli altri tre attracchi saranno costruiti a Mezzavia di Montegrotto in via Granze Destra a Battaglia Terme nella zona della Conca di navigazione e a Monselice in via Argine Destro sul Bisatto.

«È un sogno che si avvera», aggiunge Soranzo, «Questa via d’acqua che partirà dal castello di San Martino della Vaneza di Cervarese Santa Croce si interseca con l’itinerario delle Mura di Padova fino al crocevia del Bassanello e si collega anche con Venezia. L’intento è valorizzare una rete unica nel suo genere, alla pari della Riviera del Brenta. Un percorso che potrà essere fruibile da turisti, cittadini, mobilità debole e da tutti i tipi di imbarcazione. I Comuni la stanno attendendo perché andrà ad intercettare una domanda che c’è ed è ampia e che porterà un grande beneficio in termini economici, turistici, ricettivi e ambientali».

©RIPRODUZIONE RISERVATA