Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Il controllo di vicinato esteso anche ai negozi

Montegrotto, già 54 esercenti si scambiano informazioni su furti e raggiri A un anno dal varo, sono coinvolti 700 cittadini. E presto pure gli hotel

MONTEGROTTO. Il sistema di “Controllo di vicinato” si espande nel Comune di Montegrotto e, dopo aver coinvolto oltre 700 cittadini, si allarga ai commercianti. Sono già 54 gli esercenti sampietrini che hanno aderito alla rete tramite la quale ci si scambia in tempo reale informazioni su eventuali furti, presenze sospette o tentativi di raggiri. Il Comune di Montegrotto, dopo aver posizionato, nelle vie che hanno aderito all’iniziativa, i cartelli recanti la scritta “Controllo di vicinato”, h ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

MONTEGROTTO. Il sistema di “Controllo di vicinato” si espande nel Comune di Montegrotto e, dopo aver coinvolto oltre 700 cittadini, si allarga ai commercianti. Sono già 54 gli esercenti sampietrini che hanno aderito alla rete tramite la quale ci si scambia in tempo reale informazioni su eventuali furti, presenze sospette o tentativi di raggiri. Il Comune di Montegrotto, dopo aver posizionato, nelle vie che hanno aderito all’iniziativa, i cartelli recanti la scritta “Controllo di vicinato”, ha acquistato in questi giorni ben 200 adesivi, con la medesima dicitura, che i commercianti che prenderanno parte alla “rete informativa” dovranno porre sulla propria vetrina. «L’idea è venuta al coordinatore Giorgio Tripodi, che ha pensato di allargare la rete anche a noi commercianti», spiega la fiduciaria Ascom Lorena Durello. «Ho quindi fatto un passaggio con i commercianti e subito ci sono state 30-35 adesioni. Ora siamo in 54 e stiamo crescendo vertiginosamente. Attraverso la chat di WhatsApp ci si scambia informazioni circa la presenza eventuale di rom, come in questo ultimo periodo sta accadendo. Ma ci potremo dare informazioni su banconote false ed eventuali furti, che ultimamente non si stanno verificando». La rete è destinata ad allargarsi ulteriormente. «Dopo aver terminato il lancio del sistema per i commercianti passeremo agli albergatori», rivela il coordinatore e referente regionale del “Controllo di vicinato”, Giorgio Tripodi. «La proposta sarà avanzata a breve alle associazioni di categoria. Tutto questo è gratuito e quindi alla portata di chiunque». Il “Controllo di vicinato” ha raggiunto quota 700 utenti ed è in costante aumento; una presenza capillare in tutte le aree cittadine; un rapporto costante con le forze dell’ordine; segnalazioni quotidiane che vengono immediatamente vagliate per stabilirne la fondatezza. È il bilancio, dopo un anno, dell’iniziativa di controllo del vicinato a Montegrotto. Era infatti l’aprile del 2017 quando iniziò ufficialmente a operare il sistema di allerta fra i residenti dello stesso quartiere, tramite Whattsapp, con lo scopo di informare carabinieri e Polizia locale sulla presenza di persone in atteggiamento sospetto. Hanno finora aderito le vie Aureliana, Ennodio, De Nicola, degli Scavi, Vallona, Granze Sinistra nella frazione di Mezzavia, vicolo Rialto e l’intero quartiere Palaberta, che comprende le vie Coniugi Lachina, Caduti di Nassiriya, Monte Grappa e Maronese-Codotto. «Stiamo crescendo e il coinvolgimento dei commercianti paga la scelta fatta all’inizio del nostro mandato di puntare su questa formula già rodata ad Albignasego», conclude il sindaco Riccardo Mortandello.