Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Porcilaia, flash mob davanti alla Prefettura contro l’ampliamento

STANGHELLA. Continua la mobilitazione popolare contro la porcilaia di via Correzzo. Ieri pomeriggio alcuni cittadini e il comitato Terre Nostre Veneto sono stati a Padova per un “flash mob”...

STANGHELLA. Continua la mobilitazione popolare contro la porcilaia di via Correzzo. Ieri pomeriggio alcuni cittadini e il comitato Terre Nostre Veneto sono stati a Padova per un “flash mob” itinerante di sensibilizzazione sulla problematica. Il grande striscione (nella foto) è stato esposto davanti al municipio, alla sede della Provincia e nelle vicinanze del palazzo della Ragione. Quello che si chiede ora è un intervento diretto del prefetto visto che i tempi sono ormai stretti. A giorni l ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

STANGHELLA. Continua la mobilitazione popolare contro la porcilaia di via Correzzo. Ieri pomeriggio alcuni cittadini e il comitato Terre Nostre Veneto sono stati a Padova per un “flash mob” itinerante di sensibilizzazione sulla problematica. Il grande striscione (nella foto) è stato esposto davanti al municipio, alla sede della Provincia e nelle vicinanze del palazzo della Ragione. Quello che si chiede ora è un intervento diretto del prefetto visto che i tempi sono ormai stretti. A giorni la Provincia dovrebbe esprimersi sulla fattibilità dell’ampliamento dell’allevamento intensivo di maiali che porterebbe i capi a passare da 4 mila a quasi 15 mila. A preoccupare i residenti sono vari fattori, concatenati. Per prima cosa si teme per gli odori sgradevoli, già esistenti, che potrebbero intensificarsi a dismisura. C'è poi un problema di sostenibilità ambientale legato al traffico di mezzi pesanti che aumenterebbe portando con sé, oltre a pericoli e danneggiamenti al manto stradale, anche un'esplosione della concentrazione delle polveri sottili.

Alessandro Cesarato