Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Aggredì un automobilista, preso

Accusa di rapina per telefonino e 50 euro arraffati a Fontaniva

CITTADELLA. Aveva picchiato un automobilista rubandogli il cellulare e 50 euro. Accadde a fine gennaio e ora finisce dietro le sbarre il 22enne marocchino Aboulaala Hamza, residente a Montecchio Precalcino, nel Vicentino: i carabinieri di Cittadella, guidati dal luogotenente Renato Lago, hanno infatti eseguito nei suoi confronti un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, decisa dall’autorità giudiziaria di Padova. Aboulaala Hamza è stato preso dai militari a Montecchio: il 23 maggio era ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

CITTADELLA. Aveva picchiato un automobilista rubandogli il cellulare e 50 euro. Accadde a fine gennaio e ora finisce dietro le sbarre il 22enne marocchino Aboulaala Hamza, residente a Montecchio Precalcino, nel Vicentino: i carabinieri di Cittadella, guidati dal luogotenente Renato Lago, hanno infatti eseguito nei suoi confronti un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, decisa dall’autorità giudiziaria di Padova. Aboulaala Hamza è stato preso dai militari a Montecchio: il 23 maggio era stato arrestato dai carabinieri con altri due connazionali per furto aggravato in abitazione e gli era stato imposto l’obbligo di dimora. Cos’era successo il 25 gennaio scorso? Il giovane si trovava in via Risorgimento, a Fontaniva, insieme ad un amico minorenne. I due, in bici, procedevano a zig zag: un automobilista li ha notati e si è fermato chiedendo se avessero bisogno di aiuto. La gentilezza ha ottenuto come risposta una sfuriata verbale; subito dopo l’uomo si è visto tirare addosso una bottiglia di vetro, che ha schivato. Il 22enne ha poi estratto dallo zaino una griglia in ferro e ha iniziato a colpirlo al braccio sinistro; in un crescendo di furia, ha estratto le chiavi dal cruscotto, gettandole sulla carreggiata, e poi ha sottratto al malcapitato il cellulare e 50 euro. In un attimo si è dileguato in bici. Grazie alla testimonianza della vittima e ad alcuni riscontri fotografici è stato possibile chiudere il cerchio: il giovane passava le giornate alla stazione di Cittadella e si era beccato diverse denunce; a metà aprile gli era stato imposto il divieto di tornare nella città murata per tre anni.

Silvia Bergamin