Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Nuovo casello, a breve i lavori

Sorgerà all’incrocio con la Monselice-mare e dimezzerà il traffico dell’attuale

MONSELICE. L’avvento di Agrologic “regalerà” al Monselicense un nuovo casello autostradale. Il polo industriale sorge infatti a 5 chilometri dal centro storico di Monselice e a 4 dall’attuale casello dell’A13, poco prima del confine con il territorio di Solesino. Per evitare la congestione di mezzi pesanti nel cuore cittadino – ogni giorno il polo prevede l’arrivo di 300 camion e di 400 automobili di dipendenti – Aspiag ha messo le mani al portafogli e ha deciso di finanziare un nuovo casel ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

MONSELICE. L’avvento di Agrologic “regalerà” al Monselicense un nuovo casello autostradale. Il polo industriale sorge infatti a 5 chilometri dal centro storico di Monselice e a 4 dall’attuale casello dell’A13, poco prima del confine con il territorio di Solesino. Per evitare la congestione di mezzi pesanti nel cuore cittadino – ogni giorno il polo prevede l’arrivo di 300 camion e di 400 automobili di dipendenti – Aspiag ha messo le mani al portafogli e ha deciso di finanziare un nuovo casello autostradale alla città.

Lo svincolo si chiamerà probabilmente Monselice Agrologic e sarà realizzato all’intersezione tra l’A13 e la Monselice-mare all’altezza di Pozzonovo. Costo dell’intervento: 18 milioni di euro. «Siamo davvero vicini alla firma dell’accordo definitivo con ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (Mit) e con Autostrade per l’Italia» confermano da Aspiag Service «Possiamo dire di essere ormai al 90 per cento dell’iter che porterà il nuovo svincolo autostradale a Monselice. Il vero nodo, ad oggi, è il tipo di casello: Mit e società autostradale ne vorrebbero uno come quello già esistente a Monselice, noi uno più “easy”, e dunque anche più economico, simile a quello del Passante di Mestre. Stiamo comunque parlando di dettagli e confidiamo che lo svincolo sarà pronto per il 2020, anno di avvio di Agrologic».

Intanto proseguono i cantieri per la viabilità “minore” legata all’arrivo del complesso industriale, che tra le varie cose prevede la realizzazione di quattro rotatorie, di cui tre su suolo pubblico.

Il primo cantiere è quello della rotonda di via Orti: «Siamo consci dei disagi che la città sta patendo, ma è anche vero che con il nuovo casello questa rotatoria sarà più utile ai monselicensi che a noi, visto che difficilmente i camion diretti nella nostra nuova struttura percorreranno via Orti, avendo a disposizione un casello praticamente accanto alla loro destinazione». Il gruppo agroalimentare aveva presentato anche uno studio su questo tema: gli attuali 28 mila accessi e uscite quotidiane dal casello di Monselice, stando alla simulazione di Aspiag Service, scenderanno a 12-15 mila grazie al nuovo castello Monselice Agrologic. Autostrade per l’Italia, sempre secondo la stima, si garantirà invece 7 milioni di euro in più di pedaggi ogni anno.

Le altre due rotatorie saranno su via Rovigana e consentiranno l’accesso alla zona industriale. Una, infine, sarà ad uso interno del complesso. Solo per i quattro rondò, Aspiag Service investirà 1,185 milioni di euro. (n.c.)