Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Giornata di Diabete a Colori per imparare la prevenzione

CONSELVE. Mobilitati 176 volontari di Croce Rossa, Avis, Lions, Fand (Associazione italiana diabetici), un comitato scientifico di 34 tra medici e infermieri, 22 gazebo, 16 iniziative di appoggio...

CONSELVE. Mobilitati 176 volontari di Croce Rossa, Avis, Lions, Fand (Associazione italiana diabetici), un comitato scientifico di 34 tra medici e infermieri, 22 gazebo, 16 iniziative di appoggio alla giornata, cinquemila test di prevenzione del diabete. Sono i numeri della “Giornata di Diabete a Colori 2018” proposta domani mattina su 22 piazze con l’aiuto di Anci Veneto e Federsanità Veneta. Aderiscono Agna, Albignasego, Anguillara Veneta, Arquà Petrarca, Arre, Bagnoli, Borgo Veneto, Bovo ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

CONSELVE. Mobilitati 176 volontari di Croce Rossa, Avis, Lions, Fand (Associazione italiana diabetici), un comitato scientifico di 34 tra medici e infermieri, 22 gazebo, 16 iniziative di appoggio alla giornata, cinquemila test di prevenzione del diabete. Sono i numeri della “Giornata di Diabete a Colori 2018” proposta domani mattina su 22 piazze con l’aiuto di Anci Veneto e Federsanità Veneta. Aderiscono Agna, Albignasego, Anguillara Veneta, Arquà Petrarca, Arre, Bagnoli, Borgo Veneto, Bovolenta, Candiana, Cartura, Casalserugo, Conselve, Este, Due Carrare, Maserà, Monselice, Montagnana, Ospedaletto Euganeo, Pernumia, Pozzonovo, Terrassa e Tribano. I test saranno gratuiti, è sufficiente presentarsi a digiuno. «La prova» ricorda Massimo Cavazzana, coordinatore del progetto «permetterà di valutare la possibilità di contrarre il diabete nel tempo. A controllo eseguito verrà consegnata una brochure informativa per meglio conoscere e prevenire il diabete e saranno fornite indicazioni di educazione sanitaria ai corretti stili di vita e all’alimentazione». (n. s.)