Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Cade su un perno, 21enne infilzato

Incidente in un’officina di Battaglia Terme: la vittima ora è in terapia intensiva

Grave infortunio sul lavoro ieri mattina intorno alle 9 all’interno dell’autofficina Euganea di Battaglia Terme, poco lontano dalla ferrovia sulla strada che porta verso Galzignano Terme. Mattia Bergami, un ventunenne meccanico residente a Pozzonovo, che lavora come operaio nell’officina, è caduto da un macchinario adibito allo smontaggio e montaggio dei pneumatici e si è infilzato nel torace il perno metallico che si trova a lato dell’apparecchiatura. Immediatamente soccorso dal personale d ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

Grave infortunio sul lavoro ieri mattina intorno alle 9 all’interno dell’autofficina Euganea di Battaglia Terme, poco lontano dalla ferrovia sulla strada che porta verso Galzignano Terme. Mattia Bergami, un ventunenne meccanico residente a Pozzonovo, che lavora come operaio nell’officina, è caduto da un macchinario adibito allo smontaggio e montaggio dei pneumatici e si è infilzato nel torace il perno metallico che si trova a lato dell’apparecchiatura. Immediatamente soccorso dal personale del Suem, che era stato allertato dai colleghi di lavoro dell’autofficina di proprietà di Luca Bassini di Abano Terme, il giovane è stato trasportato in ambulanza all’ospedale di Schiavonia dov’è stato ricoverato nel reparto di terapia intensiva per “trauma penetrante toracico e trauma chiuso addominale”. Il ventunenne non sarebbe in pericolo di vita, secondo i sanitari la caverà in trenta giorni salvo complicazioni.

Da una prima ricostruzione dell’incidente effettuata dai militari dell’Arma della vicina stazione di Battaglia Terme, intervenuti nell’autofficina di via Galzignana con i tecnici dello Spisal del distaccamento di Conselve, sembra che Mattia Bergami avesse deciso di utilizzare il macchinario presente nell’officina, e non in uso nell’ultimo periodo, come rialzo per poter arrivare a prendere del materiale che si trovava su una vicina scaffalatura e che gli serviva per l’attività che stava svolgendo. Una volta salito sopra l’apparecchiatura, nello sporgersi per raggiungere lo scaffale ha perso l’equilibrio ed è caduto rovinosamente a terra da un’altezza di poco più di un metro. Sfortuna ha voluto che nella caduta sia finito con il petto contro il perno di ferro del macchinario, che gli si è infilzato nel torace. Il giovane, che lamentava forti dolori al petto e all’addome non ha mai perso conoscenza. Accurati accertamenti per stabilire la reale causa dell’infortunio sono stati eseguiti nel corso della mattinata dal personale dello Spisal. Dell’incidente è stata informata anche l’autorità giudiziaria.

Gianni Biasetto