Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Esce di strada con la moto e muore

Roberto Miraggio aveva 53 anni

Lo schianto a Selve di Teolo, la vittima è Roberto Miraggio, 53 anni: abitava a Mestrino, era un veterano delle due ruote

TEOLO. Era in sella alla sua Aprilia Shiver 750 quando, in una semicurva, ha perso il controllo della moto ed è uscito dalla carreggiata andandosi a schiantare contro la spalletta di un ponte in via Della Croce, in località San Benedetto delle Selve ai confini tra i comuni di Teolo e Cervarese Santa Croce.

La violenza dell’impatto è stata devastante. La vittima è Roberto Miraggio, un cinquantatreenne originario di San Severo (Foggia), residente a Mestrino in via Monte Cimone.

Domenica intorno ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

TEOLO. Era in sella alla sua Aprilia Shiver 750 quando, in una semicurva, ha perso il controllo della moto ed è uscito dalla carreggiata andandosi a schiantare contro la spalletta di un ponte in via Della Croce, in località San Benedetto delle Selve ai confini tra i comuni di Teolo e Cervarese Santa Croce.

La violenza dell’impatto è stata devastante. La vittima è Roberto Miraggio, un cinquantatreenne originario di San Severo (Foggia), residente a Mestrino in via Monte Cimone.

Domenica intorno alle 19.30 il motociclista  viaggiava lungo la provinciale 89/B che collega Fossona alla strada dei Colli: superata la rotatoria che immette nella zona industriale del comune di Teolo, per cause che sono al vaglio dei carabinieri delle stazioni di Lozzo Atestino e Bresseo intervenuti sul posto, ha sbandato verso destra ed è finito in un campo agricolo. Andando a sbattere con il corpo, probabilmente dopo aver perso il casco nell’impatto con un segnale di plastica che delimita la carreggiata, contro il sostegno di un ponte sullo scolo che costeggia la provinciale.

Ai soccorritori giunti sul posto con un’ambulanza della Casa di cura di Abano Terme e poco dopo con l’elicottero sanitario del 118, le condizioni del centauro sono parse subito disperate. Hanno tentato per circa 25 minuti a rianimarlo ma non c’è stato nulla da fare.

Poco dopo, appena si è sparsa la voce della tragedia, in via Della Croce sono arrivati alcuni motociclisti suoi amici. Nel punto dov’è avvenuto l’incidente un paio di mesi fa è uscito di strada un altro motociclista. In quell’occasione il centauro è stato elitrasportato al pronto soccorso dell’ospedale di Padova con traumi in diverse parti del corpo ma si è salvato.

Roberto Miraggio era un motociclista molto esperto. La passione per la due ruote l’aveva nel sangue e molto spesso partecipava ai motoraduni anche sulle strade di montagna.

I suoi amici, affranti dal dolore per la tragedia, lo ricordano felice sui passi dolomitici più importanti. Ieri pomeriggio stava percorrendo la provinciale in direzione di Praglia.

La bella giornata e la temperatura abbastanza mite lo avevano spinto a completare la domenica in sella alla sua potente Aprilia Shiver. Purtroppo quella semicurva maledetta, complice forse la velocità, lo ha portato a perdere la vita in maniera assurda. Roberto Miraggio lascia nel dolore una figlia.