Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Rampin e Bertipaglia altri guai per i lavori all’Antico Mulino

POLVERARA. Ancora guai per gli ex amministratori di Polverara, finito un processo ne arriva un secondo. Ieri davanti al gup c’erano gli ex sindaci di Polverara, Sabrina Rampin (avvocato Emanuele...

POLVERARA. Ancora guai per gli ex amministratori di Polverara, finito un processo ne arriva un secondo. Ieri davanti al gup c’erano gli ex sindaci di Polverara, Sabrina Rampin (avvocato Emanuele Fragasso) e Olindo Bertipaglia (avvocato Katia Rossato), Eugenio Righetti di Legnaro, Nicola e Bruno Binotto, residenti a Piove e Sant’Angelo di Piove (tutti e tre difesi da Ernesto De Toni) e Riccardo Meneghel di Saonara (avvocato Rodolfo Romito). Falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale e ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

POLVERARA. Ancora guai per gli ex amministratori di Polverara, finito un processo ne arriva un secondo. Ieri davanti al gup c’erano gli ex sindaci di Polverara, Sabrina Rampin (avvocato Emanuele Fragasso) e Olindo Bertipaglia (avvocato Katia Rossato), Eugenio Righetti di Legnaro, Nicola e Bruno Binotto, residenti a Piove e Sant’Angelo di Piove (tutti e tre difesi da Ernesto De Toni) e Riccardo Meneghel di Saonara (avvocato Rodolfo Romito). Falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale e peculato sono le accuse mosse e vario titolo dal pm Sergio Dini. Ieri l’udienza - che deve decidere se il gruppetto finirà o no a processo - è stata rinviata a due date, che potranno essere riunite nei prossimi giorni. Il 5 giugno si dovrà decidere in merito all’incompetenza del giudice che era nel collegio di una precedente processo e che quindi non può giudicare le stesse persone per fatti analoghi. Il 20 giugno è il rinvio effettuato per un’omessa notifica a Bertipaglia. Meneghel, nella sua qualità di responsabile unico del procedimento (Rup) e Righetto quale direttore dei lavori di recupero e riqualificazione dell'Antico Mulino, devono rispondere di falsità ideologica assieme a Bertipaglia, Rampin e ai Binotto, titolari della ditta Edil 2000 al quale il Comune assegnava i lavori. A tutti viene contestato di aver redatto atti pubblici con i quali attestavano l'avvenuta realizzazione di opere, in realtà non eseguite dalla ditta Binotto (270 mila euro).