Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Ubriaco guida un Tir, la patente è salva

Villafranca, la Polstrada non ha potuto ritirare il permesso di guida: la legge inibisce al russo solamente il transito in Italia

VILLAFRANCA. Guida ubriaco un Tir russo ma nonostante questo la polizia non può ritirargli la patente. Gli possono solo inibire il passaggio in Italia ma niente altro. Forse sarà per questo che per la seconda volta in pochi giorni le pattuglie hanno trovato un autista russo alla guida del mezzo pesante assolutamente fuori dai limiti previsti per legge.

Succede alle 17.30 di sabato, sull'autostrada A4, all'altezza di Villafranca Padovana. Una pattuglia della Polizia stradale di Padova rileva ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

VILLAFRANCA. Guida ubriaco un Tir russo ma nonostante questo la polizia non può ritirargli la patente. Gli possono solo inibire il passaggio in Italia ma niente altro. Forse sarà per questo che per la seconda volta in pochi giorni le pattuglie hanno trovato un autista russo alla guida del mezzo pesante assolutamente fuori dai limiti previsti per legge.

Succede alle 17.30 di sabato, sull'autostrada A4, all'altezza di Villafranca Padovana. Una pattuglia della Polizia stradale di Padova rileva un incidente con soli danni a cose in cui era rimasto coinvolto un autotreno immatricolato in Russia superiore alle 3,5 tonnellate, carico di mobilio proveniente da Lonigo (Vicenza) e destinato ad una località russa.

Sottoposto ad accertamenti alcolemici come di consueto, il conducente, un russo di 43 anni, è risultato avere un tasso pari a 2,59. Giusto per dare una misura, quando si parla di auto il tasso massimo consentito per legge è 0,50. Questo la dice lunga sullo stato psicofisico in cui si trovava l’uomo. Quindi, innanzitutto è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza alcolica. Il passaggio successivo sarebbe stato quello di togliergli la possibilità di guidare per lungo tempo. Come accade per un qualsiasi automobilista che viene fermato con la propria auto. L’infrazione contestata, infatti, prevede la revoca della patente di guida. Secondo il codice della strada il conducente di un mezzo di massa superiore alle 35 tonnellate (camion, bus) deve avere un tasso alcolico pari a zero per essere in regola. Considerato che ha provocato un incidente (anche se da solo, senza coinvolgere terzi) la norma prevede la revoca della patente. Trattandosi però di patente straniera e quindi non revocabile in Italia, la Polizia si è trovata ancora una volta ad applicare una norma che spunta un po’ le loro “armi”, visto che non è stato possibile portargli via il permesso di guida ma solo inibirgli il transito nel territorio nazionale.

Secondo i dati incrociati dalla Polstrada di Padova sarebbe già il secondo caso in pochi giorni. Qualche giorno fa, sempre in quel tratto dell’A4, e sempre nel territorio comunale di Villafranca Padovana, un autista russo era stato fermato dopo aver fatto un sorpasso in prossimità della galleria: manovra vietata.

Una volta che si sono trovati a controllarlo, gli hanno praticato anche l’alcoltest. E anche in questo caso è risultato completamente fuori regola. Purtroppo anche in quell’occasione non è stato possibile privarlo della patente.

©RIPRODUZIONE RISERVATA.