Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Luci accese per il marinaio disperso

BOVOLENTA. Un altro giorno di angoscia e di dolore per i familiari di Antonio Voinea, il marinaio disperso da ormai dieci giorni nell’oceano Atlantico insieme all’amico skipper Aldo Revello. Mentre...

BOVOLENTA. Un altro giorno di angoscia e di dolore per i familiari di Antonio Voinea, il marinaio disperso da ormai dieci giorni nell’oceano Atlantico insieme all’amico skipper Aldo Revello. Mentre cresce in maniera esponenziale la mobilitazione sui social e il tam tam di avvisi diretti alle imbarcazioni che potrebbero trovarsi tra le isole Azzorre e Madeira, dalle istituzioni italiane e portoghesi nessuna reazione. Le ricerche sono state sospese ormai tre giorni fa e cresce l’ansia per la ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

BOVOLENTA. Un altro giorno di angoscia e di dolore per i familiari di Antonio Voinea, il marinaio disperso da ormai dieci giorni nell’oceano Atlantico insieme all’amico skipper Aldo Revello. Mentre cresce in maniera esponenziale la mobilitazione sui social e il tam tam di avvisi diretti alle imbarcazioni che potrebbero trovarsi tra le isole Azzorre e Madeira, dalle istituzioni italiane e portoghesi nessuna reazione. Le ricerche sono state sospese ormai tre giorni fa e cresce l’ansia per la sorte dei due velisti. «Abbiamo provato di tutto nella speranza che la ricerca potesse riprendere» afferma Alice Voinea, sorella di Antonio «ma non c’è stato nulla da fare. Abbiamo raccolto la solidarietà di migliaia di persone, amici ma anche tantissimi sconosciuti si sono mobilitati sul web per diffondere il “warning” della scomparsa di Antonio e Aldo e, soprattutto, farlo arrivare alle imbarcazioni che in questi giorni si trovano in quel tratto di mare. Purtroppo però dal ministero degli Esteri e dalle autorità portoghesi non abbiamo più saputo nulla, e questo silenzio di spaventa e ci preoccupa». Non resta che sperare che qualche imbarcazione di passaggio se li trovi davanti, ma sarebbe un miracolo perché ormai la deriva li avrà spinti diverse decine di miglia lontano dal punto del naufragio.

«Noi continueremo ad insistere perché riprendano le ricerche» aggiunge ancora Alice «non vogliamo arrenderci così, perché vogliamo riportare a casa Aldo e Antonio. Li stiamo aspettando tutti, faremo qualsiasi cosa pur di sapere che qualcuno li sta cercando». Intanto sui social la mobilitazione continua attraverso il gruppo Fb “Troviamo Aldo e Antonio”. La proposta, condivisa con Rosa, la moglie di Aldo, è quella di accendere tutte le luci di casa stasera alle 23, per chiedere la ripresa delle ricerche dei due marinai.

Nicola Stievano