Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Una luce tutta nuova a Casale di Scodosia

CASALE DI SCODOSIA. La giunta ha approvato il piano di riqualificazione dei punti luce del territorio casalese. Il Comune ha nel territorio 1.093 punti luce alimentati a mercurio, altri a sodio,...

CASALE DI SCODOSIA. La giunta ha approvato il piano di riqualificazione dei punti luce del territorio casalese. Il Comune ha nel territorio 1.093 punti luce alimentati a mercurio, altri a sodio, altri con luce fluorescente compatta ed altri a led. Il piano prevede l’adeguamento dei quadri elettrici e dei pali di sostegno obsoleti, l’efficientamento energetico con la sostituzione di tutte le lampade con luci a led, la manutenzione straordinaria e l’estensione e l’implementazione di nuovi pun ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

CASALE DI SCODOSIA. La giunta ha approvato il piano di riqualificazione dei punti luce del territorio casalese. Il Comune ha nel territorio 1.093 punti luce alimentati a mercurio, altri a sodio, altri con luce fluorescente compatta ed altri a led. Il piano prevede l’adeguamento dei quadri elettrici e dei pali di sostegno obsoleti, l’efficientamento energetico con la sostituzione di tutte le lampade con luci a led, la manutenzione straordinaria e l’estensione e l’implementazione di nuovi punti luce sulle vie Sabbionara, Stentarole Borghesani, Mori, Nogarole, Grisetti, Gnocco, Spigafasoi e Boggiani. La ditta Simet presenterà il progetto esecutivo e il cronoprogramma: tutti gli interventi dovranno essere terminati entro marzo 2019; presumibilmente gli interventi cominceranno il prossimo settembre. Di fatto il Comune non pagherà più le fatture all’Enel, ma verserà il canone trimestrale alla Simet, sia per quanto riguarda il consumo di energia elettrica che per gli investimenti extra canone. La convenzione avrà durata 9 anni. Per quanto riguarda la manutenzione e la segnalazione dei guasti, verrà messo a disposizione dei cittadini un numero verde con tre tipologie di guasto: si passerà da interventi da “codice rosso”, che devono essere presi in carico entro due ore, alla semplice lampadina bruciata che avrà un tempo di intervento di 72 ore. Ogni palo della luce avrà un numero identificativo: «La nostra amministrazione sta dimostrando che, nonostante tutti i vincoli di bilancio, è possibile fare un investimento così importante, sia dal punto di vista della diminuzione dell’inquinamento luminoso che delle nuove installazioni. Di fatto andremo a fare nuovi investimenti a costi quasi invariati rispetto ad ora». (n.c.)