Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Fulminato da infarto al funerale dell’amico

GAZZO. Ex funzionario dell’anagrafe muore al funerale di un amico. Stava per entrare in chiesa ma un malore lo ha colpito senza lasciargli scampo. Per Giuseppe Amadio (nella foto), 84 anni, storico...

GAZZO. Ex funzionario dell’anagrafe muore al funerale di un amico. Stava per entrare in chiesa ma un malore lo ha colpito senza lasciargli scampo. Per Giuseppe Amadio (nella foto), 84 anni, storico funzionario del comune di Gazzo, non c’è stato nulla da fare nonostante il pronto intervento dei sanitari. La tragedia si è consumata ieri poco prima delle 15. Il pensionato, che abitava nel capoluogo in via Trento e Trieste, era andato a Grossa per partecipare alle esequie di un amico e coetaneo ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

GAZZO. Ex funzionario dell’anagrafe muore al funerale di un amico. Stava per entrare in chiesa ma un malore lo ha colpito senza lasciargli scampo. Per Giuseppe Amadio (nella foto), 84 anni, storico funzionario del comune di Gazzo, non c’è stato nulla da fare nonostante il pronto intervento dei sanitari. La tragedia si è consumata ieri poco prima delle 15. Il pensionato, che abitava nel capoluogo in via Trento e Trieste, era andato a Grossa per partecipare alle esequie di un amico e coetaneo, Sebastiano Rossi. Sui gradini dell’ingresso laterale però si è sentito male e si è accasciato a terra. È stato soccorso da alcune persone che stavano entrando in chiesa e che hanno allertato il 118. Le sue condizioni sono parse subito disperate: i sanitari giunti poco dopo hanno tentato di rianimarlo ma per il medico non c’è stato altro da fare che constatarne il decesso. Sul posto è intervenuta la polizia locale di Gazzo per ordinare la rimozione e il trasferimento della salma all’obitorio di Cittadella all’impresa funebre, già impegnata con l’altro funerale. La notizia ha colpito tutti sia per le circostanze che per la scomparsa di una persona conosciuta per il suo spirito di servizio a favore della collettività. Ha lavorato all’ufficio anagrafe per tantissimi anni quando i funzionari facevano di tutto diventando punto di riferimento per ogni cittadino. Una vera istituzione. Rimasto vedovo da pochi mesi lascia nel dolore i fratelli ed il figlio Vasco. (p. pil.)