Quotidiani locali

Furto sacrilego, particole gettate a terra

Ladri in chiesa a Ca’ Morosini di Sant’Urbano: rubati la porta del tabernacolo, un ostensorio e i vasetti degli oli sacri

SANT’URBANO. Una chiesa profanata, perdipiù alla vigilia del periodo più importante dell’anno cristiano. Martedì notte ignoti si sono introdotti e hanno razziato la chiesa di Ca’Morosini, nella frazione di Sant’Urbano, rubando alcuni oggetti sacri e soprattutto chiudendo il loro misfatto con un gesto sacrilego.

Un colpo al cuore di una comunità, quella della parrocchia di San Gaetano, che da oggi con il Mercoledì delle Ceneri si appresta ad affrontare il percorso quaresimale. Il furto sacrilego è avvenuto nel cuore della notte, come conferma il parroco don Nicola Andretta: «I ladri hanno scassinato una porta laterale della chiesa, che non ha allarmi, e hanno puntato direttamente verso il tabernacolo. Lì hanno rubato degli oggetti sacri e fatto scempio del corpo di Cristo».

I malviventi hanno letteralmente sradicato e rubato la porta del tabernacolo, opera di bottega veneta – dunque vecchia almeno due secoli – in lamina d’oro, mettendo in saccoccia anche un ostensorietto e i vasetti degli oli sacri. Hanno quindi estratto la pisside dal tabernacolo, svuotandola delle particole che conteneva: «Sono state gettate a terra senza rispetto», conferma don Nicola.

«Questo gesto ha reso estremamente pesante la profanazione della nostra chiesa». Il furto è stato denunciato ai carabinieri di Carmignano di Sant’Urbano. Contestualmente don Nicola ha segnalato l’episodio anche alla Curia, chiedendo in particolare il comportamento da adottare di fronte ad una profanazione come questa: «La comunità, pronta ad affrontare la Quaresima, è profondamente affranta. Aspettiamo indicazioni dalla Curia, ma sicuramente faremo qualcosa per rimediare, almeno nella preghiera,

a quanto accaduto». Ieri sera per l’appunto è stata organizzata una veglia riparatrice ma non è escluso si faccia dell’altro.

Oggi, nell’appuntamento delle Ceneri, i parrocchiani avranno l’occasione di unirsi nella preghiera.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon