Quotidiani locali

lutto a carceri 

Addio a Giancarlo Cucco ex calciatore e dirigente

Arbitro, ex calciatore, allenatore e stimato dirigente sportivo. Si è spento a 62 anni 

CARCERI. Arbitro, ex calciatore, allenatore e stimato dirigente sportivo. Si è spento a 62 anni Giancarlo Cucco, da tempo residente nel Veronese ma originario di Carceri.

È stato stroncato domenica sera da un tumore al pancreas, che gli ha lasciato pochi mesi di vita. Cucco, fratello dell’ex sindaco Donato, si era trasferito a Legnago nel 1983 dopo il matrimonio con Chiara. Lì si era dedicato anima e corpo al calcio. Già calciatore di buon livello, aveva intrapreso la strada dell’arbitraggio (aveva diretto anche una gara della Nazionale Cantanti) e soprattutto si era impegnato nel mondo del settore giovanile. Sia come allenatore che come dirigente tecnico aveva collaborato con numerose società veronesi, a partire dal Bevilacqua Calcio che grazie a lui aveva raggiunto importanti risultati. «Vogliamo ricordare la sua totale dedizione al calcio ed è anche grazie a lui se il Bevilacqua ha raggiunto certi risultati. Grazie Giancarlo, rimarrai sempre nei nostri cuori», è il messaggio di cordoglio lanciato in rete dalla società.

Da qualche tempo collaborava

con la Bassa Padovana. Ha abbandonato il campo di gioco solo costretto dalla malattia. Lascia la moglie Chiara, i figli Mattia e Serena, il nipote Andrea, il fratello Andrea e la sorella Adriana. Oggi alle 15 il funerale nella chiesa di Porto di Legnago. (n.c.)
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista