Quotidiani locali

Vai alla pagina su Cittadella calcio
Cittadella, colpaccio nella tana di Zeman 

Cittadella

Cittadella, colpaccio nella tana di Zeman 

I granata con un gran primo tempo espugnano Pescara e salgono ai piani alti della classifica 

PESCARA. A Zemanlandia fa festa il Cittadella. Visto che si è giocato all’ora di pranzo, vien voglia di dire che gli uomini di Venturato si mangiano il Pescara.

Ed è una scorribanda, quella per 2-1 allo Stadio Adriatico, che pesa, perché ottenuta con merito in casa di una delle squadre più quotate della cadetteria e perché consente ai granata di portarsi a 13 punti, riscattando lo stop della scorsa settimana incassato dall’Entella e restando in piena zona playoff.

La gara si è messa subito in discesa, con Adorni a svettare di testa sul calcio d’angolo di Bartolomei, dopo nemmeno due giri di lancette, a siglare il primo gol della carriera in Serie B. Il Citta pressa alto e non dà requie agli abruzzesi, con Alfonso bravo a respingere sulla conclusione sul primo palo di Benali, prima del raddoppio firmato Siega: è il 18’, Benedetti lancia sul filo del fuorigioco l’ex centrocampista del Vicenza, che mette a sedere un paio di uomini e infila Pigliacelli sotto la traversa. Gli ospiti tengono il campo con ordine, ma il Pescara riapre la gara con il rigore trasformato in chiusura di frazione da Benali (fallo di Salvi, che si fa sorprendere dal taglio di Mazzotta).

Nella ripresa il Citta si chiude efficacemente davanti ad Alfonso, resistendo alla pressione abruzzese. Per Zeman era la panchina numero 300 in Serie B, per Venturato la numero 100 in gare ufficiali al Cittadella. Ma a festeggiare è solo quest’ultimo. Assieme a tutti i tifosi granata. 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics