Quotidiani locali

selvazzano 

Vetrata in frantumi a scuola In Consiglio il sindaco tace

SELVAZZANO. Con una interrogazione presentata nel corso della seduta del consiglio comunale del 29 settembre, il capogruppo del Partito democratico Fabio Biasio ha chiesto al sindaco Enoch Soranzo...

SELVAZZANO. Con una interrogazione presentata nel corso della seduta del consiglio comunale del 29 settembre, il capogruppo del Partito democratico Fabio Biasio ha chiesto al sindaco Enoch Soranzo di conoscere quali interventi fossero stati messi in atto dall’amministrazione comunale alla scuola elementare Benedetto Marcello di Caselle, a seguito della rottura di una vetrata avvenuta ancora a maggio scorso. Episodio che per fortuna non ha avuto conseguenze per scolari e maestri. Il primo cittadino ha risposto al consigliere Dem che le informazioni le fornirà per iscritto nei termini di regolamento. Stessa risposta anche sulla richiesta di Biasio di avere informazioni sulla vendita dell’area comunale di via Friuli. L’atteggiamento del sindaco ha indispettito e amareggiato Biasio che negli ultimi tempi incalza la maggioranza con una serie di mozioni e interrogazioni. «Bastava dire un sì o un no oppure aggiornare rapidamente il Consiglio su due situazioni che coinvolgono i cittadini», afferma il capogruppo Pd, «Mi chiedo se è così che si fa politica: quando si vuole dimostrare in ogni situazione chi è il più forte. Chi ha in mano il potere. Anche se solo temporaneamente visto che il sindaco è ormai in scadenza di mandato». Biasio afferma che con l’interrogazione sulle vetrate della Benedetto Marcello intendeva dare una risposta ai genitori che hanno i figli che frequentano quella scuola. «Da quando si è rotta la vetrata sono passati quattro mesi. Tempo che ritengo sufficiente per elaborare un pensiero e dare una risposta», rincara Biasio, «Inoltre, credo che il sentire comune di molti genitori che hanno i figli che frequentano quella scuola, è di sapere se le vetrate sono a norma». Anche sulla vendita dell’area di via Friuli, Biasio dovrà attendere la risposta scritta.
«La vendita del terreno potrebbe fruttare al comune 500.000 euro, una boccata di ossigeno per la situazione asfittica in cui si trovano le casse dell’ente. I risultati dell’asta si avrebbero dovuti sapere ancora il 18 settembre», conclude il capogruppo Pd.

Gianni Biasetto

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics