Quotidiani locali

Poesia nel nome di Gloria e Marco

Riese Pio X dedica un percorso nel parco ai due ragazzi morti nel rogo di Londra

CAMPOSAMPIERO. Il Parco della Poesia di Riese Pio X (Tv) verrà dedicato a Gloria e Marco, vittime dell’incendio della Grenfell Tower di Londra. Stasera alle 20. 45, nella sala comunale di Riese si svolgerà l’evento dedicato alle due giovani vittime, voluto dall’amministrazione comunale e gestito dall’associazione “Ostrega! ”. Si tratta di un percorso allestito all’interno del Parco della Poesia “Andrea Zanzotto” di Riese. Il nuovo percorso, a cura di Massimo Parolini, poeta riesino, residente a Trento, si intitolerà “Resta, umano, con noi” e sarà dedicato alla poesia italiana di memoria civile e, in particolare, alla memoria di Gloria Trevisan e Marco Gottardi, i due giovani morti a giugno nell’incendio di Londra. Dall’introduzione al percorso del curatore, si legge: «L’ingiustizia sociale, il razzismo, i profughi, la violenza mafiosa, il vuoto dei mass media, la precarietà del lavoro e dei rapporti umani, la violenza di genere, la crisi dei valori etici e civili, sono i temi di maggiore attenzione da parte di alcuni poeti – anche giovani – che mirano a smuovere le coscienze e a opporsi al dilagante menefreghismo individuale che inaridisce le anime e le consegna all’insicurezza, all’ansia, alla paura. Bene comune, uguaglianza sociale, cittadinanza attiva, ascolto –pur problematico e non ingenuo– dell’altro, del diverso, del marginale e disagiato, critica sociale, archivio di memoria di eventi e soggetti di rilevanza collettiva, devono a nostro avviso tornare ad attraversare il dire poetico, luogo esperienziale e magmatico del linguaggio e del pensiero. In tale direzione abbiamo inteso dedicare il percorso del Parco letterario Zanzotto alla memoria civile che dalla Grande guerra, attraversando la Seconda guerra mondiale e la Resistenza, la Shoah, la Liberazione ed Hiroshima, i disastri ambientali, le mafie e la strategia stragista del terrore degli anni Settanta e Ottanta, giunge fine alla guerra nella ex-Jugoslavia e al dramma attuali dei profughi. Ma questo parco vuole anche custodire la memoria recente di due giovani della nostra terra veneta che dal fuoco londinese sono tornati a risvegliare col loro sorriso luminoso un paesaggio che ha bisogno di diradare le nebbie e rinvigorire la fiducia nel futuro della propria gente:
Gloria Trevisan di Camposampiero e Marco Gottardi di San Stino di Livenza. A loro e al loro ritorno a casa dedichiamo l’intero percorso poetico sulla Memoria civile».

Presenterà il curatore Massimo Parolini accompagnato dalla fisarmonica di Claudio Cecchetto. L’ingresso è libero.

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics