Quotidiani locali

adolfo zordan (vigodarzere) 

«Con Bitonci eravamo già avanti Ora si ricomincia tutto da zero»

«Andremo ad ascoltare e porteremo anche le nostre proposte, come giunta di Vigodarzere. Ma di certo riprendere tutto daccapo dopo tutto il lavoro fatto da Massimo Bitonci sulla “Grande Padova” non...

«Andremo ad ascoltare e porteremo anche le nostre proposte, come giunta di Vigodarzere. Ma di certo riprendere tutto daccapo dopo tutto il lavoro fatto da Massimo Bitonci sulla “Grande Padova” non sarà facile». Adolfo Zordan è alla guida del comune a nord di Padova dal 2016 (è un civico di orientamento leghista con una coalizione di centrodestra). Per lui l’appuntamento istituzionale è una questione di cortesia, ma non nutre grandi speranze nella possibilità di riprendere quel cammino interrotto: «Sono passati 14 mesi dall’ultimo incontro e con Massimo Bitonci avevamo già predisposto alcuni schemi di accordo – sottolinea – Purtroppo poi c’è stato il commissariamento e adesso non è facile riprendere in mano la questione».

Tra i temi in discussione Zordan accantona il nuovo ospedale: «Non è un argomento che riguarda solo Padova o il territorio dell’area metropolitana. Si tratta di un ospedale regionale e come tale è bene che se ne occupi il governatore Luca Zaia», spiega. Mentre con il comune capoluogo pensa sia necessario confrontarsi
sul tema della viabilità: «Anche in questo caso l’ex sindaco Bitonci aveva già un progetto per risolvere il nodo di Pontevigodarzere. Ora si ricomincia da zero – sottolinea il primo cittadino – Ho già parlato con l’assessore Micalizzi ma sarà uno dei temi che porremo al tavolo».


TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics