Quotidiani locali

coppia di cartura si trova un’ospite in casa mentrE guarda la tivÙ 

Prostituta inseguita si rifugia nel salotto

CARTURA. Piomba in casa entrando dalla finestra, urlando spaventata e spaventando, a sua volta, gli ignari inquilini, tranquillamente seduti sul divano a guardare la tv. Una giovane nigeriana ha...

CARTURA. Piomba in casa entrando dalla finestra, urlando spaventata e spaventando, a sua volta, gli ignari inquilini, tranquillamente seduti sul divano a guardare la tv. Una giovane nigeriana ha portato un po’ di scompiglio in quella che sembrava essere una normale serata per una famiglia della frazione di Gorgo. È successo mercoledì scorso, a tarda ora, in via Argine sinistro Beccara, una strada che scende dall’argine del Vigenzone in aperta campagna. La ragazza straniera ha fatto irruzione entrando direttamente una finestra aperta per chiedere aiuto. «Bum bum, mia amica bum bum! », pare abbia urlato ai padroni di casa che ancora dovevano riprendersi dallo spavento. Di primo acchito, nel trambusto iniziale, si sono impauriti nel vedere una persona che saltava dalla finestra. Poi la ragazza ha raccontato loro, in maniera abbastanza confusa, che era scappata da due uomini che volevano farle del male. È toccato ai carabinieri, chiamati da un vicino che ha sentito il trambusto in strada, ricostruire quanto successo. La giovane nigeriana, una prostituta, probabilmente si era appartata con due clienti insieme e una connazionale in un luogo isolato. L’incontro invece è sfociato in una violenta discussione, probabilmente per soldi, degenerata poi in rissa. Stando al racconto della giovane uno dei due uomini aveva un coltello in mano e l’altro aveva tentato di strozzarle dopo averle spruzzato in faccia dello spray al peperoncino. Le due prostitute, illese ma spaventate a morte, sono riuscite a fuggire e a chiedere aiuto, in maniera rocambolesca. Ovviamente non avevano con sé alcun documento e ai carabinieri di Monselice hanno detto che vivono nel padovano ma non hanno voluto formalizzare alcuna denuncia, visto che non erano state ferite e che non c’è stato bisogno di ricorrere a cure mediche. L’episodio segue di una decina di giorni un altro fatto ben più grave, la violenta aggressione ai danni
di una nigeriana di diciannove anni nella frazione di Olmo a Bagnoli, accanto alla chiesa. La ragazza era stata gettata a terra da un furgone, dolorante e ferita, in stato di choc. Pare fosse stata costretta a prostituirsi come molte altre connazionali.

Nicola Stievano

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista