Quotidiani locali

Il Consiglio di Stato fa riaprire l’agriturismo chiuso dal Tar

PIAZZOLA SUL BRENTA. Il Consiglio di Stato riapre l'agriturismo Casabella fatto chiudere dal Tar. Un continuo tira e molla per la struttura di Carturo, alla quale vengono messi i sigilli e subito...

PIAZZOLA SUL BRENTA. Il Consiglio di Stato riapre l'agriturismo Casabella fatto chiudere dal Tar. Un continuo tira e molla per la struttura di Carturo, alla quale vengono messi i sigilli e subito dopo vengono fatti togliere. L’ultimo stop era arrivato dal Tribunale amministrativo, che entrando nel merito aveva dato ragione alla Provincia. «Casabella non ha i requisiti per essere classificata come agriturismo», recitava la sentenza. Lo stesso Tar l’anno scorso aveva concesso la sospensiva alla chiusura imposta dalla Provincia per non arrecare disagi ai clienti che avevano prenotato in primavera i pranzi di comunioni e cerimonie. Salvo poi entrare nel merito e stabilire che gli standard di Casabella sono troppo alti, non quelli tipici di un agriturismo.

La Societa’ Agricola Casabella sas di Libralon Loris & C. ha però presentato il riesame contro la Provincia per la riforma della sentenza di primo grado. Giovedì il Consiglio di Stato ha approvato la richiesta di sospensiva per la riapertura del locale, che di fatto ha sempre funzionato.

La vicenda finisce quindi a Roma dove i giudici dovranno rivalutare le questioni sollevate dal Tar: i requisiti mancanti, il fatto che il titolare svolgeva l’attività
di geometra nei locali, aveva portato lì la residenza e vendeva prodotti non autorizzati, come accessori per la piscina. «Ritorniamo subito in campo fiduciosi» dichiara Libralon, che annuncia progetti tra cui bike sharing per la vicina pista del Brenta.

Paola Pilotto

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics