Quotidiani locali

paura a santa giustina in colle 

Fanno saltare il bancomat, la cassaforte resiste

Blitz notturno, ladri a mani vuote. Anche due anni fa colpo a vuoto e banconote in fiamme

SANTA GIUSTINA IN COLLE. La banda dei bancomat ha preso d’assalto ieri notte la banca Antonveneta Mps, in via San Giorgio. Ma ha fallito perché la cassaforte ha resistito all’esplosione. I danni sono però importanti: rovinati vetrate e arredi, l’intonaco si è staccato cadendo al suolo e le pareti di cartongesso si sono spaccate. A ciò si aggiunge il fermo del servizio bancomat fino alla sostituzione dell’Atm. In pratica serviranno migliaia di euro per ripristinare il tutto. Niente a che vedere, comunque, con il devastante assalto del gennaio 2015. Allora la carica, ben più potente, aveva divelto la vetrata, distrutto l’interno dell’agenzia e perfino crepato le pareti esterne dell’edificio. Il fuoco che si era sprigionato aveva pure bruciato le banconote e per domarlo era stato necessario far intervenire i pompieri. Quell’assalto costò la chiusura di alcuni giorni della filiale e la sospensione per alcuni mesi dello sportello bancomat. Così era stato installato un bancomat di ultima generazione, con una cassaforte capace di assorbire la carica esplosiva. Un investimento che ha pagato. I banditi sono entrati in azione alle 4. 30 e, per accedere alla saletta dov’è installato il bancomat, hanno forzato le porte scorrevoli. Pochi minuti dopo il boato, che li ha lasciati a bocca asciutta. Saltato il colpo, i banditi si sono dati alla fuga: un residente ha infatti sentito un vocìo e ha pure visto la sagoma di un veicolo allontanarsi a tutta velocità. Sul posto le pattuglie dei carabinieri della compagnia di Cittadella e il direttore della filiale. Ad agire sarebbero stati almeno tre o quattro. Dopo i rilievi di rito da parte dei militari, una squadra di pronto intervento ha dato inizio alle operazioni di pulizia e di ripristino, che dureranno
un paio di giorni. Quello di Santa Giustina è il quarto bancomat fatto saltare ieri notte in Veneto. Gli altri tre sono stati a Campolongo (Ve) Guarda Veneta (Ro) e Grisignano (Vi). Gli investigatori non escludono che possa essere opera della stessa banda.

Giusy Andreoli

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics