Quotidiani locali

piombino dese: il sindaco promette telecamere 

Mobili e sedie seminati in strada

Ditta di trasporti non consegna il materiale al centro di smaltimento

PIOMBINO DESE. Mobili, sedie, materassi, attrezzi per l’attività fisica: così Piombino Dese rischia di trasformarsi in una discarica. Episodi che si ripetono e che, ogni volta, assumono sfumature diverse. È successo di recente a una famiglia che ha affidato dei componenti d’arredo a una ditta per il trasporto e la consegna al centro smaltimento rifiuti. In realtà gli improvvisati trasportatori hanno abbandonato per strada il materiale ritirato. Ben presto le foto dell’immondezzaio, scattate da alcuni cittadini increduli, hanno fatto il giro del web. Non mancano i post conditi di ironia: «Se qualcuno deve arredare una camera, tra la rotonda di via Meolde e quella della Molinella, troverà tutto il necessario... sbrigatevi che domani diluvia», o ancora: «Chi vuole, in via Adige ha a disposizione un materasso già lavato e un attrezzo per la forma fisica personale!». Gli stessi proprietari del materiale abbandonato, grazie a quegli scatti, si sono resi conto di quanto accaduto: «Quando la famiglia è venuta a conoscenza del fatto si è profondamente vergognata», spiega il sindaco Cesare Mason. «Capisco che un prezzo vantaggioso faccia gola, ma è bene informarsi prima di affidare a qualcuno un incarico così delicato». In realtà c’è da chiedersi se i clienti che si rivolgono a queste ditte improvvisate siano coscienti o meno del fatto che i loro rifiuti non verranno portati nella discarica competente. In questo caso, la famiglia ha provveduto a recuperare tutto il materiale abbandonato. Installeremo delle telecamere e delle foto trappole lungo le vie di accesso al comune:
è bene che i responsabili paghino per questi atti incivili. Bisogna avere rispetto per l’ambiente». Intanto va ancora chiarito se vi siano responsabilità precise da parte della ditta e se la stessa avesse garantito di portare il materiale in discarica.

Martina Mazzaro

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista