Quotidiani locali

Giovane folgorato per inseguire la moda delle foto da brivido

Due amici ventenni hanno scelto l’Interporto come set, lui è stato colpito da una scarica da duemila volt. Ecco le ”prodezze”

PADOVA. Durante l’ultimo pericoloso set fotografico ha urtato per sbaglio i cavi dell’alta tensione ed è stato folgorato da una scarica elettrica da 2 mila volt.

Vivo per miracolo e con una multa da pagare di 516 euro per “accesso ad area ferroviaria interdetta”. M.S. 20 anni, cuoco in un famoso ristorante della provincia di Padova, sabato pomeriggio alle 17 è riuscito a entrare insieme a un amico nell’area dell’Interporto.

Investiti da treno, Polfer: " Più 63% di vittime, aumentano le bravate" L'8 marzo 2017 un ragazzo di 13 anni viene travolto da un treno alla stazione di Soverato, in Calabria. L'ipotesi degli investigatori: morto per un selfie. Il tredicenne è l'ultimo di una lunghissima lista di vittime. Questi i dati sul 2016 diffusi dalla polizia ferroviaria

Volevano scattare una foto sopra il vagone di un treno. Una foto da condividere poi sui social network. Basta guardare il profilo Facebook di questo ragazzo per capire come anche lui sia vittima di uno dei fenomeni più pericolosi del momento.

Si chiama “Daredevil selfie” ed è la moda che impazza in tutto il mondo. Consiste nello scattare foto in luoghi o posizioni pericolose.

Immagini catturate spesso rischiando la vita. Come è accaduto sabato pomeriggio.

Il ventenne era in compagnia di un amico ma qualcosa è andato storto nell’allestimento del “set” fotografico.

Hanno sottovalutato la pericolosità di quel luogo e di tutto ciò che si trovava intorno. Cavi dell’alta tensione compresi. La voglia di realizzare una nuova foto da pubblicare accanto a quella aggrappato a una trave del soffitto o alla cima di un lampione era troppo forte. Stavolta però è andata male e poteva finire anche peggio.

Il giovane è ricoverato in ospedale. La prognosi è riservata ma non sembra essere in pericolo di vita. La polizia ferroviaria, giunta sul posto, l’ha soccorso ma poi sono scattate le sanzioni a carico di entrambi.

Dai selfie sui binari della ferrovia a Stanghella, agli scatti sul tetto dell’ex seminario di Tencarola, continuano le peripezie dei giovani alla ricerca di visibilità sui social.

Catanzaro: selfie all'arrivo del treno, muore ragazzo Ci sarebbe un tragico gioco alla causa della morte di un ragazzo di 13 anni, travolto da un treno in corsa nei pressi della stazione di Soverato. Altri due giovani, all'arrivo del convoglio, sono fuggiti

Lo scorso mese di marzo a Petrizzi, paesino del Catanzarese, un tredicenne è stato travolto e ucciso da un treno in corsa nelle vicinanze della stazione di Soverato. Insieme a due amici, che per fortuna sono rimasti illesi, il ragazzino si è piazzato sui binari in attesa che il convoglio arrivasse a tutta velocità.

Come altri che hanno provato a fare la stessa cosa, era certo di riuscire a spostarsi in tempo. Invece, non ce l’ha fatta. Replica qualche giorno più tardi a Gerenzano (Varese), dove due ragazzine sono state viste mentre si scattavano selfie sui binari all’altezza del passaggio a livello. Noncuranti che la sbarra si fosse abbassata, hanno continuato a scattarsi fotografie fino a pochi istanti prima dell’arrivo del treno.


©RIPRODUZIONE RISERVATA

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista