Quotidiani locali

Gli sbandieratori di Montagnana accolgono Papa Francesco

Atleti da San Vitale, Saletto e Santa Margherita d’Adige all’evento conclusivo del cinquantesimo Fisb

MONTAGNANA. A chiudere un anno speciale non ci poteva che essere un incontro speciale. Gli sbandieratori del Montagnanese, assieme a molti altri gruppi da tutta Italia, sono stati accolti mercoledì in piazza San Pietro da papa Francesco. O meglio, sono stati gli sbandieratori ad accogliere il pontefice nel giorno dell’udienza generale: mercoledì scorso papa Bergoglio ha infatti attraversato gli scalini che portano al palco allestito all’ombra della basilica di San Pietro passando attraverso le bandiere della Fisb, la Federazione Italiana Antichi Giuochi e Sports della Bandiera che festeggia i primi cinquant’anni di vita. Quello di mercoledì era l’ultimo appuntamento per celebrare l’anniversario.

Nel nutrito gruppo di atleti c’erano anche tre gonfalonieri e due sbandieratori di Megliadino San Vitale, Saletto e Santa Margherita d’Adige. «È stata un’emozione unica: sbandierare a pochi passi dal Papa, sentirci nominare nel corso dell’udienza e poi tenere uno spettacolo in piazza San Pietro, gremita di gente come mai ci è capitato», racconta con entusiasmo Daniele Marchioro, anima del gruppo di San Vitale. L’incontro con papa Francesco ha chiuso sicuramente un anno trionfale per gli appassionati della bandiera della Bassa Padovana, dove questa disciplina è una vera istituzione. Nata grazie al Palio dei 10 Comuni, l’arte della bandiera è poi cresciuta in autonomia, proiettando il Montagnanese nel “gotha” di questo sport.

La Fisb conta oggi 87 gruppi associati: dal Padovano ci sono Megliadino San Vitale, Merlara, Città Murata di Montagnana, Saletto, Santa Margherita d’Adige e Urbana. Nel Veneto ci sono poi anche le realtà di Arquà Polesine, Feltre, Noale e Romano d’Ezzelino. I rossoneri di Montagnana, in particolare, dominano da anni la scena nazionale: dal 2001 ad oggi Città Murata ha vinto per nove volte il titolo italiano di combinata alla Tenzone Aurea, il massimo campionato della Fisb (c’è poi la “serie B”, la Tenzone Argentea), ottenendo primi posti nelle varie categorie della competizione. Nella tenzone di Ascoli Piceno di qualche settimana fa – dove ottimi piazzamenti sono arrivati anche per San Vitale, formazione che invece domina le scene a livello giovanile – sono arrivati i titoli italiani numero nove e dieci nella piccola e nella grande squadra. Incetta di premi è inoltre arrivata nella speciale tenzone del Palio dei 10 Comuni, dove Montagnana ha fatto la parte dell’asso pigliatutto. Negli anni sono stati numerosi gli atleti padovani convocati nella nazionale della Fisb, invitata ad eventi di rilievo mondiale come l’Expo, Gp di Formula 1, inaugurazione di stadi in giro per il mondo o l’apertura dei Giochi olimpici invernali di Torino nel 2006. La “scuola montagnanese” è dunque ormai riconosciuta in tutta Italia

e raccoglie un centinaio di atleti in tutta la Bassa (con loro ci sono anche i musici), che con bassi costi hanno la possibilità di imparare un’arte unica e di girare Veneto e Nord Italia, tra gare, manifestazioni e uscite programmate.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
 

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics