Quotidiani locali

Un asilo in Uganda per ricordare Sara

CAMPO SAN MARTINO. Un aiuto ai bambini africani nel solco tracciato da Sara Gottardello. La giovane maestra, scomparsa a 38 anni lo scorso febbraio dopo una drammatica lotta contro la malattia, è...

CAMPO SAN MARTINO. Un aiuto ai bambini africani nel solco tracciato da Sara Gottardello. La giovane maestra, scomparsa a 38 anni lo scorso febbraio dopo una drammatica lotta contro la malattia, è stata ricordata a conclusione della 43ª Festa del Mais a Busiago Vecchio che si chiude con il Premio al Seminatore, assegnato ogni anno dal presidente Mariano Marangoni a una persona, associazione o realtà che si è distinta per «aver seminato del bene». La scelta è finita sull’associazione “Un asilo per Matany”, rappresentata dal fondatore Lorenzo Dal Lago e dalla moglie Daniela Masiero, insegnante alla primaria locale, impegnata da oltre vent’anni in un progetto di istruzione ed educazione dei bambini in Uganda. I bambini, la scuola, la solidarietà: il pensiero non poteva che andare alla memoria di Sara, formatrice alle elementari di Villa del Conte, inesauribile motore di iniziative. Una giovane mamma di due bimbi che amava la musica e il canto: la conoscevano tutti, e le volevano bene tutti. «Abbiamo voluto ringraziare Sara per tutte le attività di cui è stata promotrice
e per il bene che ha saputo seminare in parrocchia e nel territorio», ha osservato Marangoni. All’associazione sono andati 6 mila euro, che consentiranno di costruire una struttura in Uganda e una targa ricordo con il viso di Sara, stilizzato e realizzato dalla Tecnolaser. (s. b.)

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics