Quotidiani locali

furto in spogliatoio durante l’allenamento del redentore este 

Portati via ai calciatori cellulari e portafogli

ESTE. La squadra si allena e i ladri svuotano lo spogliatoio. Il bottino rischia di toccare i 5 mila euro. La beffa è toccata agli oltre venticinque atleti della Terza Categoria del Redentore Este:...

ESTE. La squadra si allena e i ladri svuotano lo spogliatoio. Il bottino rischia di toccare i 5 mila euro. La beffa è toccata agli oltre venticinque atleti della Terza Categoria del Redentore Este: martedì sera, tra le 21 e le 22, qualcuno si è introdotto negli spogliatoi del patronato di viale Fiume ed è riuscito a portar via una quindicina di telefoni cellulari e altrettanti portafogli. A raccontare la vicenda è Federico Battistella, allenatore della squadra atestina: «In spogliatoio c’erano almeno ventisei atleti, oltre a me e al mio vice. Siamo rimasti dentro fino alle 20.55, per un’analisi tecnica della partita giocata domenica, e il primo a rientrare ha messo piede in spogliatoio alle 22. I ladri, dunque, hanno agito nell’arco di un’ora».

Per entrare nella struttura, la banda ha utilizzato una finestra a ribalta che dà sullo spogliatoio. Mandato in frantumi il vetro, si sono calati dentro il locale cominciando a far razzia di qualsiasi oggetto di valore. In saccoccia sono finiti una quindicina di cellulari e altrettanti portafogli. La banda ha potuto agire indisturbata, visto che la squadra martedì sera ha scelto di allenarsi nel campetto più lontano dallo spogliatoio. «I ladri si devono essere feriti nel calarsi a terra, visto che abbiamo trovato anche delle tracce di sangue» continua il mister «Abbiamo tentato di rintracciare i telefoni cellulari attraverso app e sistemi gps, ma i ladri hanno spento tutto gli apparecchi appena dopo il furto». Evidentemente sono state rimosse anche tutte le schede sim. La razzia è stato immediatamente denunciata ai carabinieri. «Ovviamente fa male il danno in sé, ma fa ancora più male il fatto di aver perso tutti i documenti» è l’amaro commento del tecnico «Sono spariti patenti, tessere bancomat, tesserini vari». Non è la prima volta che nelle strutture sportive atestine, patronato
compreso, si registrano furti di questo genere. Lo scorso gennaio, nella vicina Granze, i ladri erano riusciti a rubare ben 36 cellulari agli juniores dell’Ac Mestre, scesi nella Bassa Padovana per un match di campionato contro i pari età dell’Ac Este.

Nicola Cesaro

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics