Quotidiani locali

Palio della vergogna, scattano daspo e squalifiche a vita

Ferimento e aggressione del fantino Chiti a Montagnana: interdetti a vita i titolari di due scuderie, rimosso uno dei presidenti, anni di bando ad altri tre responsabili 

MONTAGNANA Un “daspo” a tre fantini e a due scuderie e un comitato locale decapitato. È una condanna esemplare, e per certi versi storica, quella presa dal consiglio direttivo del Palio dei 10 Comuni, che ha deciso di non lasciare impuniti i “fattacci” dell’ultimo Palio, avvenuti lo scorso 3 settembre. Scorrettezze, proteste e comportamenti antisportivi che hanno caratterizzato questa edizione della rievocazione storica sono stati puniti con pene molto severe, addirittura con una doppia squalifica a vita. Il consiglio direttivo si è riunito il 13 settembre: oltre alla presidenza del Comitato Palio erano presenti anche i responsabili dei 10 Comuni che aderiscono alla manifestazione.

Palio dei 10 Comuni, fantino si rompe una gamba Palio dei 10 Comuni a Montagnana: ambulanza in vallo per un fantino a terra con una gamba rotta proprio durante la finale

Una delle sanzioni più pesanti è stata qu Tiziano Raffero, fantino di Megliadino San Fidenzio, squalificato per ben sette anni dalla manifestazione per il gesto antisportivo nei confronti di Alessandro Chiti, avversario di Casale di Scodosia. Raffero, squalificato nella finale, aveva deciso di non abbandonare il vallo: all’avvio della corsa, il suo cavallo aveva quindi colpito la gamba di Chiti, in testa alla gara. Chiti si era quindi dovuto ritirare, rimediando una frattura scomposta a tibia e perone. In seguito al comportamento di Raffero in campo sono intervenuti persino carabinieri e polizia locale.

I fantini di Saletto (a sinistra) e...
I fantini di Saletto (a sinistra) e di Castelbaldo accompagnati fuori dopo l'aggressione a Chiti (foto Piran)

Un anno di squalifica è invece toccato a Fulvio Canducci e a Fabio Ferrero, rispettivamente fantini di Saletto e di Castelbaldo: nella seconda batteria di qualificazione, i due – caduti in una delle prime curve – avevano atteso il passaggio di Chiti e avevano tentato, da terra, di disarcionarlo da cavallo, poi sono stati allontanati a forza dalla pista. Ma i provvedimenti non hanno colpito solo i fantini. Fabrizio Milanello e Ornella Muttiron, presidente e vice del comitato Palio del Comune di Megliadino San Fidenzio, sono stati esautorati del loro ruolo. Entrambi sono stati incolpati di aver istigato alla violenza il loro fantino, inducendolo all’aggressione ai danni di Chiti.

Il fantino Raffero (M.S.Fidenzio)...
Il fantino Raffero (M.S.Fidenzio) incitato da Milanello (nel cerchio a sinistra) e Scarparo (foto Piran)

E giusto per chiudere il cerchio, ultima esemplare sanzione è stata quella toccata ai responsabili delle scuderie Scarparo di Saletto (che ha fornito il cavallo di Megliadino San Fidenzio) e Bianchin di Casale di Scodosia: per loro è arrivata addirittura la squalifica a vita dal Palio dei 10 Comuni per il comportamento antisportivo, intimidatorio e minaccioso nei confronti dei fantini, delle scuderie e dei membri del direttivo del Palio nel corso delle fasi finali della gara.

leggi anche:

«Quanto avvenuto il 3 settembre non poteva essere archiviato senza conseguenze» è il commento di Fiorenzio Greggio, presidente del direttivo «Fa sicuramente specie pensare che queste scelte, compresa la revoca degli incarichi a una presidenza comunale, arrivino dagli stessi presidenti dei dieci Comuni, che peraltro hanno voluto votare palesemente, senza ricorrere a voti segreti e anonimi. Ogni Comune è responsabile per quello che combina in campo un fantino o comunque una figura legata a quel Comune, come nel caso di una scuderia».

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics