Quotidiani locali

Giovane cappellano al Duomo

Don Andrea assegnato a Monselice mentre don Alessio di San Bortolo presta servizio al Seminario

MONSELICE. Don Andrea Miola è il nuovo vicario parrocchiale del Duomo di Monselice: con i suoi 25 anni di età è il più giovane presbitero della Diocesi di Padova. A destinarlo alla città della Rocca è stato monsignor Claudio Cipolla, vescovo di Padova, che ha decretato, per una maggiore presenza di personale religioso, l’insediamento di un viceparroco giovane ove vi siano nuclei abitati di medie dimensioni. Monselice era l’unica cittadina della diocesi ad essere sprovvista di un giovane cooperatore nel ruolo di vicario parrocchiale (quello che un tempo era chiamato “cappellano”). «A Monselice mancava da tempo questa figura» commenta don Sandro Panizzolo, monsignore del Duomo «non era presente nemmeno ai tempi di don Alberto Peloso. Per questo il vescovo ci ha assegnato don Andrea». Don Andrea ha frequentato dal 2006 al 2011 il liceo classico Marchesi di Padova, entrando nel 2010 in Seminario Minore a Rubano proseguendo, dopo la maturità, il discernimento in Seminario Maggiore. Ha prestato servizio alle comunità di Maserà e nell’unità pastorale di Villafranca padovana e infine all’unità pastorale di Agna. Don Andrea è prete novello dal 4 giugno ed è stato ordinato insieme al 37enne Alessio Rossetto, originario della parrocchia di San Bartolomeo apostolo di Monselice, con grande gioia e orgoglio della frazione che ha seguito da vicino la cerimonia. Rossetto, diplomato come perito commerciale al J.F. Kennedy, ha lavorato come programmatore e
come supporto all’area marketing in un’azienda della Bassa. Ha svolto il ministero diaconale in Seminario Minore a Rubano come educatore e nella comunità del Santissimo Redentore. Attualmente è animatore in Seminario Minore a Rubano nel gruppo delle medie.

Camilla Bottin

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista