Quotidiani locali

dopo il grido d’aiuto di battaglia 

Coro di sindaci: «Genio civile delegato a ripulire il canale»

BATTAGLIA TERME. «Il sindaco Massimo Momolo non va lasciato solo sul problema dei rifiuti che trasformano il canale che attraversa il centro del paese in una discarica galleggiante». Ad ammetterlo...

BATTAGLIA TERME. «Il sindaco Massimo Momolo non va lasciato solo sul problema dei rifiuti che trasformano il canale che attraversa il centro del paese in una discarica galleggiante». Ad ammetterlo sono alcuni colleghi del primo cittadino che, stanco di sborsare 1.800 euro la settimana per “pescare” l’immondizia che arriva dai comuni vicini attraverso il Canale di Battaglia e il Bisatto, chiede di essere aiutato nel sostenere la spesa. «Non è giusto che del problema si faccia carico solo il comune di Battaglia», afferma Francesco Lunghi, sindaco di Monselice. «Momolo ha tutto il nostro sostegno morale, ma credo che pretenda anche quello economico. Suggerisco un incontro con tutti i comuni che si trovano lungo l’asta dei due canali e il Genio Civile per affrontare insieme la questione. Potrebbe essere la volta buona per affrontare anche il problema della manutenzione dei due corsi d’acqua». Sulla stessa linea anche il sindaco di Montegrotto Riccardo Mortandello. «Mi sembra ragionevole che ogni comune faccia la propria parte. Ampia vicinanza quindi a Momolo che oggi si trova ad affrontare la questione da solo. A mio avviso va ripensata in maniera uniforme non solo la gestione dei rifiuti, ma anche la manutenzione e il ripristino dei pontili attraversati dai due canali, così come serve un impegno di tutti per scoraggiare l’abbandono della spazzatura lungo gli argini. Il tema potrà essere trattato nel tavolo di coordinamento dell’organizzazione della gestione della destinazione Terme ai Colli anche alla luce del fatto che il turismo fluviale potrebbe diventare una risorsa importante che a oggi è sfruttata poco e male». La raccolta dei rifiuti sul canale di Battaglia è uno dei servizi cosiddetti secondari che sono stati sospesi s seguito delle problematiche del Bacino Padova Tre. «Gli investimenti del Padova Tre mai utilizzati o i servizi complementari fantasma stanno creando seri problemi a diversi Comuni», puntualizza la sindaca di Este, Roberta Gallana. «La questione rifiuti di Battaglia Terme in primis ma anche la mancata pulizia delle caditoie in Este che provoca allagamenti nelle strade. Mi auguro che questa brutta pagina venga chiusa presto e che si
torni ad erogare i servizi indispensabili per i cittadini». I sindaci, in attesa di trovare una soluzione definitiva, convengono che si debba riattivare prima possibile il battello pesca-rifiuti parcheggiato da nove mesi sotto la cavana a Battaglia Terme.

Gianni Biasetto

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics