Quotidiani locali

Addio a Filippo, vittima della strada

Domani il commiato anche da Chiara, morta con lui nello schianto sulla Valsugana

SAN GIORGIO IN BOSCO. Bassano e Marostica insieme per l’addio a Chiara Maschio e Filippo Miotti, i due giovani morto in un tragico incidente stradale lungo la Sr 47 Valsugana una settimana fa a San Giorgio in Bosco. In tre giorni di cerimonie, praticamente congiunte, accompagnate dallo strazio dei tanti amici. Alla veglia di Filippo hanno partecipato oltre duecento persone, tutte domenica pomeriggio si sono ritrovate nella chiesetta di Sant’Eusebio per salutare Chiara Maschio, nella cerimonia non ufficiale che si è tenuta verso le 18 nel parco di un’abitazione della famiglia nella stessa frazione. Centinaia i palloncini lanciati in aria in ricordo di entrambi i giovani. Ognuno con un messaggio di cordoglio, pace e speranza per i ragazzi deceduti nel terribile schianto all’alba di martedì della scorsa settimana a San Giorgio in Bosco.

Ieri pomeriggio la chiesa di Sant’Antonio, nel centro della città di Bassano, era gremita da centinaia di amici che, insieme ai parenti, hanno voluto dare l’ultimo, accorato saluto a Filippo. Domani alle 11, invece, nella chiesa di San Francesco, sempr in centro, la famiglia Maschio, insieme ad amici e conoscenti, dà l’estremo saluto a Chiara in una cerimonia aperta al pubblico, ma per la quale la famiglia chiede a tutti di partecipare con discrezione. Le indagini della Procura di Padova, intanto, proseguono con l’obiettivo di fare luce sull’effettiva dinamica del terribile incidente frontale
contro il camion Daf nel quale hanno perso la vita i due giovani. Le condizioni di Tommaso Chiurato, unico sopravvissuto allo schianto e ancora ricoverato in terapia intensiva a Padova, vanno migliorando. Nei prossimi giorni potrebbe essere in grado di raccontare quanto è accaduto.

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics