Quotidiani locali

lozzo atestino 

Appello del sindaco a Peruffo perché si dimetta

LOZZO ATESTINO. «Mi appello alla sua sensibilità». Il sindaco Fabio Ruffin si rivolge a Simone Peruffo, consigliere di minoranza per la lista “Lozzo riparte da Te”, finito nei guai per una truffa ai...

LOZZO ATESTINO. «Mi appello alla sua sensibilità». Il sindaco Fabio Ruffin si rivolge a Simone Peruffo, consigliere di minoranza per la lista “Lozzo riparte da Te”, finito nei guai per una truffa ai danni di un imprenditore e scoperta dai carabinieri veronesi. Arrestato venerdì scorso, il trentanovenne è stato poi rilasciato in attesa del processo con l’obbligo di recarsi in caserma a firmare. «Al di là dell'esito del processo di gennaio, c'è da chiedersi se Peruffo rappresenti i centocinquantotto elettori che gli hanno dato fiducia oppure no» afferma Ruffin «e penso proprio che debba delle spiegazioni anche ai componenti della sua lista. In consiglio comunale che farà? Lui sempre abituato a puntare il dito e a indossare i panni del paladino della giustizia». Ruffin rivolge un pensiero alla famiglia del consigliere: «Mi dispiace molto per loro. Conosco suo padre ed è una degnissima persona». Dalla visura camerale, risulta che Simone Peruffo dal 9 febbraio 2016 è amministratore unico di una società a responsabilità limitata semplificata nel settore della telefonia, e che ha cancellato un’impresa individuale nel febbraio di quest’anno.

L’unico consigliere comunale di
Forza Italia a Lozzo Atestino è Emanuele Frizzarin che siede in maggioranza. È la precisazione del circolo locale di Fi, che smentisce l’appoggio al consigliere d’opposizione Simone Peruffo – attualmente indagato per truffa – nelle scorse elezioni.

Piergiorgio Di Giovanni

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics