Quotidiani locali

Schianto al semaforo chiesto il processo per omicidio stradale

Ventenne di Albignasego accusato di aver provocato l’incidente in cui morì Antonella Pulze, 54enne di Baone

ALBIGNASEGO. Era la sera del 15 novembre scorso quando una Golf Volkswagen, in corsa lungo Strada Battaglia, aveva tamponato e disintegrato una Polo che usciva da via Verga, la strada di accesso al centro commerciale Ipercity. Violentissimo l’impatto costato la vita ad Antonella Pulze, 54 anni di Baone, seduta sul sedile posteriore dell’auto che si stava immettendo nella Statale Adriatica. Per quella morte sarà chiamato a rispondere Alberto Meneghello, 20 anni di Albignasego, accusato di omicidio stradale (a difenderlo l’avvocato Giulia Riondato). Il pubblico ministero padovano Francesco Tonon ha chiesto di processare il giovane: l’ultima parola spetterà al gup che deciderà se spedire a giudizio o meno l’imputato, salvo che l’interessato non scelga di chiudere il conto con la giustizia affrontando un rito alternativo (abbreviato o patteggiamento) che prevede, per legge, uno sconto di pena. Il ragazzo è accusato di aver guidato a 77 chilometri all’ora nonostante il limite di 50, occupando irregolarmente la corsia centrale riservata ai veicoli in fase di immissione sulla strada principale. Per giunta di sera (erano le 22.30). E con la pioggia battente. Il risultato? Meneghello, alla guida della Golf, aveva centrato in pieno la Polo guidata da Mariachiara Cardin, 50enne di Este, scaraventandola una quarantina di metri più avanti. Nessuna ferita né per la guidatrice né per l’amica che le era seduta accanto, appena qualche lieve contusione.

Ad avere la peggio l’altra amica, Antonella Pulze, seduta dietro, rimasta intrappolata tra le lamiere e ferita in modo gravissimo tanto da non sopravvivere. All’inizio dell’inchiesta erano stati indagati tutti e due gli automobilisti, subito
sottoposti al test per valutare l’assunzione di alcol o droghe (il risultato è stato negativo per entrambi). Determinante la consulenza tecnica eseguita da Gianfranco Pellizzaro su ordine della procura: ricostruendo la dinamica, l’esperto aveva esonerato da ogni responsabilità Cardin.

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics