Quotidiani locali

Picchia i poliziotti: il richiedente asilo stavolta va in carcere

Questa volta rimane in carcere. Bakary Marong, ventiduenne del Gambia in Italia come richiedente asilo, viene trattenuto in custodia cautelare fino al processo

PADOVA. Questa volta rimane in carcere. Bakary Marong (nella foto), ventiduenne del Gambia in Italia come richiedente asilo, viene trattenuto in custodia cautelare fino al processo.

leggi anche:

Ai processi, anzi. Il primo, nel quale deve rispondere di resistenza, lesioni a pubblico ufficiale e istigazione al terrorismo, è in calendario per il 26 di questo mese. Il 31 agosto Marong aveva aggredito due agenti delle Volanti che volevano controllarlo ai Giardini dell’Arena durante un servizio contro lo spaccio di stupefacenti.

Alla vista dei poliziotti, il ragazzo ha reagito con violenza: sventolando il Corano che stava leggendo ha iniziato a urlare “Allah Akbar”, inneggiando alla strage di Barcellona e minacciando di morte gli “infedeli”, per finire con il prendere a calci e pugni gli agenti. Dopo la direttissima, nel corso della quale il suo avvocato ha chiesto i termini a difesa, il ventiduenne è stato rimesso in libertà con il divieto tuttavia di risiedere in Veneto. Divieto che ha bellamente ignorato. Tant’è che sabato scorso due agenti lo hanno fermato di nuovo, stavolta in Corso del Popolo.

E lui ha reagito come l’altra volta, aggredendo i poliziotti, che dopo un po’ di parapiglia sono riusciti a immobilizzarlo. Ieri mattina Marong è comparso quindi davanti al giudice per la direttissima: tornerà a processo- per rispondere delle nuove accuse di aggressione lesioni a pubblico ufficiale e violazione del divieto di rimanere in Veneto, il 16 ottobre. Stavolta il giudice non lo ha rimesso in libertà. Bakary Marong resta in carcere. Il giovane al momento non può essere espulso: è in attesa del pronunciamento del Tar rispetto al ricorso che ha presentato per il rigetto della sua domanda di asilo. In questa fase di “limbo” rimane in Italia anche se con l’accusa di istigazione al terrorismo. E tanta voglia di menare le mani contro i poliziotti.(e.l.)
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista