Quotidiani locali

san giorgio delle pertiche 

Abuso d’ufficio archiviata la querela contro il sindaco

SAN GIORGIO DELLE PERTICHE. Il giudice per le indagini preliminari, su richiesta del pm, ha archiviato la querela contro il sindaco Piergiorgio Prevedello presentata da Daniele Canella, capogruppo...

SAN GIORGIO DELLE PERTICHE. Il giudice per le indagini preliminari, su richiesta del pm, ha archiviato la querela contro il sindaco Piergiorgio Prevedello presentata da Daniele Canella, capogruppo comunale e segretario di circoscrizione della Lega. Il reato ipotizzato da Canella era “abuso d’ufficio continuato” per il fatto che Prevedello, pur essendo dipendente Etra, aveva partecipato alla Conferenza dei servizi. Per il giudice «è assai difficile sostenere che il fine prevalente fosse il perseguimento di interesse personale considerato che il voto di Prevedello ha contribuito alla formazione di una “maggioranza”». Il 4 ottobre 2016 Prevedello, già sindaco, aveva partecipato in qualità di legale rappresentante del Comune alla Conferenza dei servizi convocata dal presidente di Etra: all’ordine del giorno c’era la fusione per incorporazione di Altopiano Servizi, Brenta Servizi e Seta in Etra e l’aggiornamento del regolamento per il funzionamento della Conferenza dei servizi in conseguenza del procedimento di fusione. Prevedello, assistito dall’avvocato Luigi Verzotto, aveva affermato che prima di candidarsi a sindaco si era accertato in Etra se la sua posizione fosse in qualche modo incompatibile e gli era sempre stato risposto dalla società che non sussisteva alcuna incompatibilità perché non aveva alcun ruolo dirigenziale e pertanto nessun potere decisionale. Tuttavia dopo le elezioni, su sua richiesta, l’organismo di vigilanza di Etra ha ufficializzato in un documento che non vi erano rispetto alla sua posizione elementi ostativi alla funzione elettiva e nemmeno elementi di possibile conflitto di interessi con il ruolo ricoperto in azienda. Verzotto ha tenuto a puntualizzare che «Canella
abbia denunciato Prevedello ignorando, negligentemente e colpevolmente, che mancavano del tutto gli elementi costitutivi del reato ovvero abbia presentato la querela per procurare a se e al proprio partito politico una facile pubblicità». E si riserva di richiedere i danni. (g.a.)

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista